YourMag » Vita di Coppia » Vita di coppia: se la relazione è a senso unico
Vita di coppia: se la relazione è a senso unico

Vita di coppia: se la relazione è a senso unico

In qualsiasi relazione, sia che sia di amore che di amicizia, è importante che ci sia equilibrio nel dare e nell’avere. Non può essere solo un componente della coppia a mandare avanti la storia.

A volte, però, questo non accade e solo uno dei due dà. Naturalmente non si tratta solo di cose materiali, che però non vanno dimenticate, come l’aiuto in casa o il contributo economico, ma si parla di attenzioni, premure, che arricchiscono e rendono felice e sana una storia d’amore.

Se, quindi, si fa tutto per compiacere il partner, senza ricevere nulla in cambio, c’è qualcosa che non va nella storia d’amore. Ci si ritrova in una relazione codipendente, dove uno dei due non sta bene e deve fare qualcosa.

Vita di coppia: come capire se la vostra è una relazione codipendente

In questi casi ci si trova intrappolati in una relazione a senso unico, in cui il vostro compagno beneficia di tutto quello che fate per renderlo felice. E non sempre ci si rende conto di questo. Rendere felice chi si ama, senza dubbio, non è sbagliato ed è molto bello. Però, non è più salutare quando l’altro non fa lo stesso per la sua partner. Ecco, allora, i segnali che fanno capire di vivere una relazione codipendente, da cui è meglio fuggire.

Attenzione ad un rapporto simbiotico

I primi campanelli di allarme si hanno quando si inizia a vivere solo in funzione del partner. Fate attenzione, quindi, se vi ritrovate a pensare che non potete fare nulla senza il vostro compagno o, ancora, se mettete da parte i vostri impegni e programmi per stare con lui e fare tutto quello che fa lui.

Non cadete mai nell’errore di dire che vi sentite incomplete senza l’altro perché, come spiega Michal Naisteter, matchmaker per un’app di dating, “per essere veramente felici bisogna essere completi da soli e non far dipendere la propria felicità da altre persone”.

Non perdete la capacità di prendere decisioni da sole

Non è da sottovalutare neanche la difficoltà che si ha quando si devono prendere delle decisioni senza il proprio compagno. In una relazione di coppia felice e sana è giusto e normale parlare e prendere le decisioni insieme, ma bisogna essere autonome perché, altrimenti, si  corre il rischio di diventare persone codipendenti, che come dice Vikki Ziegler, esperta di relazioni, “sono spesso incapaci di prendere le proprie decisioni da sole e avere le proprie opinioni”.

Ci sono anche altri campanelli di allarme, che è bene non trascurare. Come quando non fate valere le vostre convinzioni o lo difendete sempre e a spada tratta, anche quando è indifendibile. Questo succede quando non volete che si arrabbi o non volete aggravare ancora di più la sua posizione.