YourMag » Vita di Coppia » Vita di coppia: come superare la fine dell’amore
Vita di coppia: come superare la fine dell'amore

Vita di coppia: come superare la fine dell’amore

Se finisce una storia d’amore la sofferenza è inevitabile, ma si hanno due strade da percorrere: crogiolarsi nel dolore notte e giorno o riprendere in mano la propria vita.

Dopo la fase iniziale di dolore acuto, quasi come fosse un lutto, è bene rimboccarsi le maniche per uscirne.

Per stare meglio e superare la delusione si deve cambiare direzione e stile di vita, almeno in parte. Cambiare abitudini, amici comuni, non frequentare i posti in cui si andava con lui; sono piccoli passi che, piano piano, possono aiutare a ricominciare a vivere serenamente.

Vita di coppia: lui ci lascia? Ecco come riprendersi

Di certo quando si soffre e si avrebbe solo voglia di stare a letto a piangere, pensare di poter essere di nuovo felici sembra impossibile. Allora alle donne “piantate” viene in aiuto la creatrice del sito “Never Liked It Anyway”, Bella Acton, con le sue otto regole per superare la fine di un amore.

1. Cominciamo da noi stesse. Se l’autostima ci ha abbandonato, com’è naturale che accada in questi casi, facciamo finta di essere qualcun’altra. Recitare la parte di una donna forte e determinata, ispirandosi anche a donne reali, aiuta a convincerci che pure noi possiamo esserlo e, per questo, in grado di affrontare qualunque situazione.

2. Cambiamo look. In questo caso la parola d’ordine è buttare. Eliminare dall’armadio tutto quello che non si indossa da più di due anni. L’obiettivo è quello di portare una ventata d’aria nuova nel proprio guardaroba, acquistando anche tanti capi colorati, magari.

3. Diamo sfogo al nostro ego artistico. Anche se non siamo artiste in nessun campo, non fa nulla. Ciò che importa veramente è avere una valvola di sfogo, un momento in cui esprimere il proprio dolore, anche se il risultato artistico non ci renderà famose e non lo vedrà nessuno.

4. Sì all’attività sportiva. Pure fare attività fisica aiuta a liberare la mente e a vedere tutto secondo una nuova prospettiva. Fare sport allontana la depressione, perché il movimento del corpo sprigiona endorfine ed aumenta il livello di adrenalina. Sport consigliato? Quello in cui c’è da colpire qualcosa (boxe, pallavolo, baseball).

5. Sì al nutrimento della mente. Non concentriamoci, però, solo sul corpo ma anche sulla mente. L’ideale è visitare un museo, che come sostiene Renzo Piano, è “un luogo in cui perdere la testa”. Ed è proprio quello che ci serve.

6. Banditi i film romantici. Piangere davanti a “Pretty Woman”, di certo, non ci aiuta a superare la rottura e, allora è meglio un film che possa farci ridere o che ci faccia comprendere quanto si è forti pure senza un uomo.

7. Trasformiamo la nostra casa. Ovviamente questo non vuol dire rifare tutto l’arredamento, ma basta apportare dei piccoli cambiamenti che facciano dimenticare il passato e, quindi, lui. La stanza più intrisa di ricordi è di certo la camera da letto: partiamo da là cambiando colore, mettendo cuscini o sostituendo l’illuminazione. Basta poco.

8. Dedicarsi agli altri. Aiutare chi sta peggio di noi serve a guardare tutto da una prospettiva diversa. Fare volontariato, infatti, offre una ricchezza che quello che si aveva prima, magari, non ci aveva mai dato.