YourMag » Viaggi » Visitare Vienna in 3 giorni
visitare vienna 3 giorni

Visitare Vienna in 3 giorni

Essere trasportati in carrozza tra le vie acciottolate della città forse più elegante al mondo, attraversando strade e piazze dove riecheggia la musica di Mozart, e soffermarsi in uno dei leggendari caffè, un tempo frequentati da musicisti e letterati, o nell'”Hotel Sacher“, ad assaporare la famosa Sacher. Questa è la meravigliosa Vienna, una città che ammalia le donne più romantiche di oggi, come lo faceva con le dame di un tempo.

VISITARE IL CENTRO STORICO E LA “REALE” VIENNA

Il primo giorno è da trascorrere immersi nello splendido centro storico, l'”Innere Stadt“, patrimonio UNESCO: è circondato dal famoso vialone alberato, il “Ringstrasse“, su cui si affacciano veri e propri gioielli architettonici proprio dove nell’800 sorgeva la cinta muraria.
Una zona contraddistinta dalle migliaia di tegole colorate e dalla affusolata guglia della gotica “Cattedrale di Santo Stefano” risalente al XIII secolo. Entrandovi attraverso il “portale dei giganti”, ci si trova immersi in un tripudio di arte gotica, come il ricco pulpito di pietra, con restauri in stile barocco. Si racconta che l’icona della “Madonna di Pecs” versi tristi lacrime.

Tutte le ammiratrici della famosa Imperatrice d’Austria, Sissi, non perderanno occasione di visitare l'”Hofburg Palace“, maestoso palazzo imperiale, meno conosciuto del celebre “Castello di Shönbrunn“: gli appartamenti suoi e del consorte Francesco Giuseppe sono visitabili, nonostante non tutti gli arredi siano originali. C’è un museo che espone gli oggetti personali di Sissi e, al “Museo delle Argenterie” e alla “Camera del Tesoro Imperiale”, è possibile ammirare preziosissimi oggetti appartenuti agli Asburgo.

Dopo una visita all’imperdibile “Museo dell’Albertina” (con stampe di Raffaello, Cezanne e Goya) è consigliato terminare la giornata nella più antica piazza di Vienna, “Hoher Markt“, con la bella “Fontana dello Sposalizio” in bronzo e marmo. Qui infatti si trova il caratteristico orologio liberty “Ankeruhr”, con un carillon che ogni ora fa sfilare un personaggio storico, da Carlo Magno a Maria Teresa d’Austria.

VISITARE I “BELVEDERI” DI VIENNA

Il secondo giorno inizia al “Castello del Belvedere” del ‘700 voluto dal principe Eugenio di Savoia: splendido passeggiare nel giardino che unisce la dimora estiva e la parte destinata ai ricevimenti. Hanno qui sede il “Museo di Arte Barocca”, il “Museo delle Opere Medioevali”, la “Galleria d’Arte” del periodo XIX- XX secolo con numerose opere celebri tra cui “Il bacio” di Gustav Klimt.
Si termina la giornata in uno dei parchi più belli al mondo, il “Prater di Vienna”, antica riserva di caccia: è una splendida zona circondata da più di 200 attrazioni, tra le quali spicca la “Riesenrad“, la celebre ruota panoramica del 1897, dalla quale il panorama sulla città al tramonto è unico.

visitare vienna in tre giorni

VISITARE LA VIENNA DELLA MUSICA

Terminiamo il soggiorno con la poesia della musica classica. Vienna è indiscutibilmente la città della musica, avendo ospitato sin dal XVIII secolo da Mozart a Strauss, da Beethoven a Shubert: c’è alle spalle della cattedrale, la “Mozarthaus”, dove Mozart compose le “Nozze di Figaro”; la Johann Strauss dove Strauss compose la meravigliosa “Sul bel Danubio blu”; nel centro viennese si trova infine la “Casa della Musica”, che affascinerà gli amanti e non di quella musica classica che accompagna tutti coloro che si apprestano a vistare questa splendida città.