YourMag » Viaggi » Visitare Siviglia in 3 giorni
Visitare Siviglia

Visitare Siviglia in 3 giorni

Siviglia regala ai turisti moltissimi scorci pittoreschi e diversi spunti storico-culturali. Al fine di cogliere al meglio lo spirito di questa affascinante città dell’Andalusia è bene dedicare del tempo alle attrattive più famose, ma anche soffermarsi semplicemente in un locale all’aperto ed osservare la vita della città.

Posti che vanno visti assolutamente in una visita di 3 giorni a Siviglia

Plaza de España
Edificata in occasione dell’Esposizione Iberoamericana del 1929, è senza alcun dubbio una delle più amate attrazioni di Siviglia. Organizzata come un colossale teatro ovale con le braccia tese verso ovest, ovvero verso le Indie, si dispiega su 50mila metri quadrati ed ha un diametro di circa 200 metri. All’interno della piazza, si trovano una fontana, un canale esteso per 515 metri, un palazzo di mattoni di linea rinascimentale, un portico barocco, una balaustra con balconi, 48 nicchie con panchine rappresentanti le province della Spagna, due torri e quattro ponti. Questi ultimi raffigurano gli antichi regni spagnoli, Navarra, Castiglia, Aragona e León. Il tutto è arricchito da piastrelle di ceramica policroma.

Il Palazzo dell’Alcazar
Ubicato nel centro di Siviglia, era da principio una fortezza dei Mori. Questa fu riconvertita a partire dal 1364 da Pietro I di Castiglia e da Carlo V che la resero dimora del Re. Il nome del palazzo deriva dall’arabo al qasr, che a sua volta discende dal vocabolo latino castrum. L’Alcazar è un mirabile esemplare di architettura mudéjar: qui si possono ritrovare culture e stili diversi, quali gotico, islamico e rinascimentale. Da non perdere una visita ai giardini, ricchi di ogni tipo di pianta da frutto e non solo. Un vero paradiso per gli occhi.
Ai piedi delle mura dell’Alcazar si trova il Quartiere di Santa Cruz, un gioiello di urbanistica dove il capriccio è la regola e dove si può camminare tra gli stretti vicoli che rimandano all’antica Juderia, il quartiere ebraico.

Visitare siviglia in 3 giorni

La Cattedrale
Costruita tra il 1401 e il 1506 nel punto dove sorgeva la moschea lesionata dal terremoto del 1388, è in stile gotico-rinascimentale. Del passato islamico rimangono ancora ben visibili la Giralda, ovvero il vecchio minareto, e il Patio de los Naranjos. Così come l’Alcazar e l’Archivo de Indias, anche la Cattedrale è stato inclusa tra i luoghi Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il complesso è mastodontico: si estende per 11mila mq, la navata centrale raggiunge ben 42 metri, presenta 5 navate in stile gotico e due cappelle. La Cattedrale di Siviglia ospita la sepoltura di Cristoforo Colombo.

Uno sguardo d’insieme
Da vedere anche la Torre dell’Oro e la Plaza de Toros, dove si svolgono le corride. Inoltre, è consigliabile fare una passeggiata lungo il Guadalquivir, il fiume di Siviglia nonchè unica via navigabile della Spagna.