YourMag » Viaggi » Visitare Salisburgo in 3 giorni
Visitare Salisburgo

Visitare Salisburgo in 3 giorni

Tre giorni bastano completamente per percepire il ritmo di Salisburgo, la città natale di Mozart e immedesimarsi nella vita dinamica dei cittadini.

Scoprire Salisbugo in 3 giorni

Il primo giorno della visita a Salisburgo lo si può dedicare alla Fortezza Hohensalzburg, un edificio maestoso e ricco di fascino. Invece di camminare da soli per i corridoi della fortezza si consiglia di assumere una guida turistica che sappia illustrare le particolarità dei musei e delle stanze locali. Non troppo lontano dalla fortezza sorge il magnifico Duomo, affiancato dalla Chiesa dei Francescani, un gioiello d’architettura dei secoli remoti. Il primo giorno, inoltre, si potrebbe fare la passeggiata nel distretto di St. Peter, osservando il cimitero, la chiesa vicina, il convento dei monaci e le catacombe situate dentro il monte Mönchsberg. La prima giornata turistica a Salisburgo si potrebbe concludere recandosi alla Casa Natale di Wolfgang Amadeus Mozart, localizzata sulla Getreidegasse.

Il secondo giorno della visita

All’alba del secondo si può partire verso il Giardino di Mirabell, dove è situata la Fontana di Pegaso. Quest’ultima rappresenta una delle migliori opere d’arte della città e ogni anno attrae diversi turisti curiosi. Sempre nel Giardino di Mirabell sorge anche la Collina delle Rose e un interno Giardino degli Gnomi. Non molto lontano si trova anche un’altra abitazione particolare, quella situata nella Makartplatz, dove Mozart ha vissuto una parte della sua vita. Quindi si consiglia di effettuare una pausa per pranzare nei pressi della Makartplatz e partire alla scoperta del Castello di Hellbrunn. Nel cortile interno si avrà modo di scoprire i giochi d’acqua allestiti dagli esperti locali. Infine, perché non terminare il secondo giorno di vista con lo zoo di Salisburgo? Vi sono ospitati molti animali curiosi, alcuni dei quali molto rari.

Cosa vedere il terzo giorno a Salisburgo

L’ultimo giorno di visita a Salisburgo lo si potrebbe iniziare recandosi sul monte Mönchsberg, vicino alla città. Dalle sue vette si possono ammirare dei panorami meravigliosi sul centro urbano. In alternativa ( o in caso di maltempo) si potrebbe prendere in considerazione l’idea di dedicare la propria giornata all’arte e alla cultura, visitando il Museo del Panorama, il Museo di arte moderna, il Museo Barocco, il Museo dei giocattoli e la Galleria della Residenza. Dopo pranzo, invece, si consiglia di vedere il Mondo della birra Stiegl, specialmente se si è appassionati di questa bevanda. E sul terminare della giornata, si potrebbe prendere in considerazione l’idea di recarsi ai Teatri del Festival. Se si avesse il modo di visitate Hallein, – un’antica città celtica fuori da Salisburgo, – si amplierebbe di molto il proprio bagaglio di conoscenze sul tema. Anche perché vicino a Hallein, si trova la valle Bluntautal a Golling, a detta di molti una delle più pittoresche in assoluto.