YourMag » Viaggi » Visitare Barcellona in 3 giorni
visitare barcellona

Visitare Barcellona in 3 giorni

Situata tra le montagne e il mare, Barcellona presenta quartieri molto diversi, capaci di raccontare la storia di questa città unica, dalle origini medievali all’espansione modernista. Al fine di conoscere la capitale della Catalogna, si devono assolutamente visitare le tre zone maggiormente caratteristiche.

Visitare Barcellona: La Città Vecchia

Tra stretti vicoli e bassi edifici, batte qui il cuore gotico di Barcellona. L’area include gli antichi quartieri della città, il porto, il villaggio settecentesco di pescatori Barceloneta e le zone riqualificate della costa. Da non perdere la Rambla, la strada più rinomata della Spagna, vivace a tutte le ore del giorno e della notte. Osservandone gli edifici signorili, curiosando tra i negozi, i caffè e i venditori ambulanti, si ha modo di avere un primo approccio con la città. Ai piedi della Rambla, si può poi ammirare la statua di Cristoforo Colombo che guarda il mare da una colonna alta 60 metri. D’obbligo una visita alla Cattedrale, un magnifico edificio del Quattordicesimo secolo nel cuore del Barri Gòtic; al suo interno, si possono ammirare ventotto cappelle laterali con stupende pale d’altare barocche. Una curiosità: allevare oche bianche nei suoi chiostri è una tradizione molto antica.

Visitare Barcellona in Tre Giorni

Visitare Barcellona: Il quartiere Eixample

Qui si incrociano piazze e viali animati sui quali si affacciano superbi esempi di architettura modernista, movimento esploso all’inizio del Novecento, come la Casa Milà ovvero La Pedrera, opera d’avanguardia di Antoni Gaudì che presenta una facciata a movimento d’onda ed una parata di camini e aperture simili a sculture astratte. Una lunga visita la merita la Sagrada Familia, gioiello incompiuto dello stesso Gaudì nonché emblema di Barcellona. Iniziata nel 1882, la Chiesa più inusuale d’Europa spicca nello skyline della città con i suoi mosaici in ceramica policroma, i simbolismi originali e le forme scultoree ispirate alla natura.

Visitare Barcellona: La collina di Montjuic

A strapiombo sul mare, è un quartiere ricco di monumenti e di spazi aperti, dove domina il grandioso viale con fontane costruito per l’Esposizione Internazionale del 1929. Da non perdere il Poble Espanyol che, conservando copie di edifici di varie ragioni spagnole, fornisce un affascinante spettacolo di stili vernacolari. Inoltre si trovano diversi musei, come per esempio il Museo Archeologico con gli splendidi mosaici romani ed il Palau Nacional che ospita il Museu Nacional d’Art de Catalunya. Dalla cima della collina, dal Castello di Montjuic, si può godere un bel panorama sulla città e sul porto; la fortificazione risalente al Diciassettesimo secolo fa da contrasto ai moderni padiglioni sportivi costruiti per le Olimpiadi del 1992.