YourMag » Ecologia » Vacanze “green”: sempre più italiani scelgono esperienze sostenibili
Vacanze "green": sempre più italiani scelgono esperienze sostenibili

Vacanze “green”: sempre più italiani scelgono esperienze sostenibili

Sono sempre di più gli italiani ad informarsi su percorsi “green”, scegliendo consapevolmente un’alternativa sostenibile per le proprie vacanze estive, talvolta anche spendendo qualcosina in più.

Secondo i dati venuti fuori dal terzo Osservatorio nazionale sullo stile di vita sostenibile di LifeGate ed Eumetra Monterosa, sarebbero circa 2 milioni gli italiani organizzati per le vacanze in maniera “green”.

Una cifra degna di rispetto, soprattutto per una popolazione che non sempre vive in agiatezza, viste le grandi difficoltà che si riscontrano nel mondo del lavoro, nel costo della vita ed in tutta una serie di contingenze che rendono la vita, qualche volta, veramente dura per i nostri connazionali.

I dati emersi dallo studio

Non sarebbero solo dirigenti e imprenditori a scegliere un tipo di vacanza “eco”, ma anche studenti e semplici impiegati, in un gruppo eterogeneo fatto, in maggior parte, di adulti tra i 25 ed i 34 anni, mediamente colti (il 50% è laureato) e appartenenti alle grandi città.

Sarebbe il 7% degli italiani maggiorenni a dichiararsi disposto a spendere qualcosina in più pur di perseguire questo obiettivo, svelando come, pian piano, stiano cambiando non solo le abitudini, ma anche i desideri delle vacanze estive, per il nostro Paese.

Natura, food e trasporti

Sono panorami, strutture idonee e rispettose dell’ambiente circostante, presenza di cibo bio o rispecchiante particolari diete ed intolleranze a convincere gli italiani a preferire una location piuttosto che un’altra; ma anche i mezzi di trasporto fanno la loro parte, in tutta la faccenda.

Infatti, chi cerca una vacanza eco al 100%, va in cerca di posti in cui sia possibile spostarsi creando il minor danno possibile all’ambiente, magari attraverso biciclette, bici elettriche, car sharing (come il servizio offerto dal celebre BlaBlaCar), auto elettriche e relative colonnine per la ricarica.

Uno stile di vita sostenibile parla anche attraverso lo svago, insomma, che non può prescindere dalle stesse caratteristiche del quotidiano, e sarebbe proprio quella delle casalinghe la categoria di persone più convinte di questo way of living.

LifeGate Experience

Proprio a questo scopo è nato LifeGate Experience, un portale dedicato al turismo sostenibile, la cui mission è riassunta nelle prime righe che si leggono in homepage: “Il viaggio non è solo un momento di relax o scoperta; è anche un’opportunità per fare bene al Pianeta, ridurre l’inquinamento, favorire le realtà sostenibili del territorio“.

LifeGate Experience si promette di seguire, passo passo, tutti i turisti intenzionati a scegliere un percorso “green”, offrendo informazioni dettagliate, percorsi ed itinerari.

Per aiutare il pubblico a vagliare le varie opzioni, è stato anche creato un marchio, Sustainable Tourism, utilizzato proprio per evidenziare l’impegno delle strutture ricettive in campo sostenibile; una sorta di “stelle della sostenibilità”.

Ad ogni modo, il consiglio universale che viene fornito è questo: informarsi tanto ed affidarsi nelle mani esperte di qualche agenzia o ente che si occupi proprio di viaggi “etici”, senza cercare improvvisazioni in chi non può offrire né competenza né esperienza in merito.