YourMag » News » Tumore al seno maschile, scarsa prevenzione e poca informazione
Tumore Seno Maschile

Tumore al seno maschile, scarsa prevenzione e poca informazione

Contrariamente a quanto si tende a pensare, il tumore al seno non è una problematica esclusivamente femminile ma può colpire anche gli uomini. Infatti anche nell’uomo sono presenti delle piccole quantità di cellule mammarie che possono dare origine a forme tumorali poco conosciute e per questo potenzialmente letali.

Tumore al seno: una malattia non solo femminile

Durante il mese della prevenzione del tumore al seno si sente spesso parlare di questa patologia attraverso i media, invitando le donne ad effettuare visite di controllo periodiche per scongiurare pericoli. Tuttavia non si fa mai riferimento al tumore al seno maschile, generando nell’opinione pubblica l’erronea credenza che questa forma di cancro riguardi esclusivamente le donne e mai gli uomini, determinando così una scarsa informazione e prevenzione nel pubblico maschile.

Una patologia rara negli uomini

Rispetto agli uomini, le donne sono più soggette a sviluppare il tumore al seno per via del loro numero più alto di cellule mammarie. Infatti come dimostrato da uno studio condotto dall’American Cancer Society, il tumore al seno maschile riguarderebbe solo un uomo ogni centomila. Si tratta dunque di una patologia rara, ma tuttavia non impossibile da sviluppare. Purtroppo i dati dimostrano che negli ultimi 10 anni si è assistito ad un lieve aumento del tumore al seno maschile che potrebbe ancora aumentare, se non ci si decide ad effettuare una corretta campagna di sensibilizzazione.

Scarsa informazione e nessuna prevenzione

Proprio a causa della sua scarsa incidenza sulla popolazione maschile, si tende a parlare molto poco del tumore al seno nell’uomo. Una ricerca del 2010 condotta dall‘America Journal of Nursing ha evidenziato che circa l’80% degli uomini non è a conoscenza di questo disturbo e di conseguenza non mette in pratica nessuna forma di prevenzione. Si tratta di un dato allarmante che determina spesso conseguenze pericolose per la salute. Infatti nella maggior parte dei casi gli uomini si accorgono del tumore quando ormai la malattia è in un pericoloso stadio avanzato.

L’importanza della diagnosi precoce

Saper cogliere i sintomi iniziali del tumore è fondamentale per la diagnosi precoce. L’AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, consiglia di rivolgersi al medico ogni volta che si notano delle variazioni di volume del seno e se sono presenti alterazioni della pelle, ulcerazioni e perdite di liquido dal capezzolo. La diagnosi del tumore al seno nell’uomo si basa sul controllo medico che attraverso una visita delle mammelle, stabilisce se è necessario procedere con esami di approfondimento. Gli esami diagnostici sono l’ecografia e la mammografia, utili ad analizzare i tessuti del seno.