YourMag » Famiglia » Tradimenti: dirlo o non dirlo ai figli?
Tradimenti: dirlo o non dirlo ai figli?

Tradimenti: dirlo o non dirlo ai figli?

Una lettera pubblicata sul “New York Times” ha portato all’attenzione dei lettori una questione abbastanza spinosa: è giusto che i genitori parlino dei tradimenti passati ai figli?

A far emergere questo difficile quesito è stata la lettera di una ragazza, che ha raccontato di aver saputo dalla madre di un tradimento del padre, avvenuto anni prima e che era stato metabolizzato e perdonato da lei.

La giovane ha continuato descrivendo lo shock subito e che la madre le ha fatto promettere di mantenere il segreto, perché il matrimonio, dopo la scappatella e la terapia di coppia, era diventato più felice e solido.

Tradimenti: i genitori devono parlarne ai figli?

Un figlio che, a distanza di tanti anni, viene a conoscenza di una scappatella di mamma o papà che reazione avrà? Quali saranno le conseguenze che questa rivelazione avrà sul suo rapporto con il genitore che ha tradito, ma anche con quello che è stato tradito? Ecco che cosa ne pensano gli esperti.

La risposta di Kwame Anthony Appiah

A rispondere alla lettera di questa ragazza, veramente sconvolta per l’infedeltà del padre, è stato lo scrittore, filosofo e professore alla scuola di diritto dell’Università di New York, Kwame Anthony Appiah.

Egli le ha innanzitutto chiesto di interrogarsi sul motivo di questo profondo turbamento e perché la figura del padre è scaduta così tanto ai suoi occhi. Appiah infatti lo ha reputato strano, visto che il tradimento maggiore è stato subito dalla madre, che è riuscita tuttavia a superarlo.

L’esperto, inoltre, ha auspicato che la madre liberi la figlia dal fardello di mantenere il segreto, perché questo può influire negativamente nel rapporto tra padre e figlia.

La ragazza, infatti, potrebbe anche dire quello che sa al padre e quest’ultimo potrebbe avere due tipi di reazione. Potrebbe negare e ciò danneggerebbe ancora di più la relazione tra i due, oppure potrebbe chiedere come lo ha saputo e, ovviamente, capirebbe subito che è stata la moglie, e questo pregiudicherebbe il rapporto con lei.

La risposta di Alberto Rossetti

Lo psicoterapeuta torinese, esperto di giovani, Alberto Rossetti, ha analizzato a fondo il comportamento della madre, che rivela qualche disagio visto che ha svelato alla figlia un segreto che ha generato in lei tanta sofferenza e che ha messo a repentaglio il suo legame con il padre.

Senza dubbio un figlio messo davanti alla scappatella di uno dei genitori non ne esce bene, perché non saprà più come comportarsi e il genitore fedifrago “non capirà i cambiamenti di atteggiamento”, ha spiegato Rossetti.

Entrambi gli esperti, infine, sono concordi sul fatto che, se si decide di rivelare ai figli il tradimento di un genitore, si deve fare subito.

In ogni caso non esistono mosse vincenti, ma ogni scelta e decisione comporta delle sofferenze e dei rischi, che potrebbero mettere in pericolo gli equilibri familiari, quelli ritrovati tra i genitori e quelli esistenti con i figli.