YourMag » Intrattenimento » The Entertainer con Kenneth Branagh
The Entertainer

The Entertainer con Kenneth Branagh

L’opera del drammaturgo britannico John Osborne, diretta da Rob Ashford, arriva a gennaio nei cinema italiani dal palcoscenico del Garrick Theatre di Londra.

Si chiuderà con The Entertainer la stagione della Kenneth Branagh Theatre Company nei cinema italiani.

A recitare nei panni di Archie Rice, il protagonista di The Entertainer di John Osborne, sarà proprio Kenneth Branagh, affiancato da Phil Dunster nei panni di Graham, Gawn Grainger in quelli di Billy Rice, Jonah Hauer-King in quelli di Frank Rice, Crispin Letts come Fratello Bill, Sophie Mcshera a interpretare Jean Rice e Greta Scacchi nei panni di Phoebe Rice.

Ambientato in Gran Bretagna nel dopoguerra, il classico di John Osborne (celebre in Italia soprattutto per il suo capolavoro “Ricorda con rabbia”) evoca il glamour squallido del music-hall e racconta le vicende di  Archie Rice, mediocre attore d’avanspettacolo che, nonostante tutto, continua ad anelare al successo. Dopo il fallimento dell’ennesimo spettacolo, Archie progetta così un nuovo numero e per l’occasione scrittura una ragazza molto giovane, promettendo di sposarla se il ricco padre di lei li finanzierà. Il progetto però non andrà a buon fine sfociando anzi in tragedia…

L’evento al cinema, in lingua originale con sottotitoli in italiano, è previsto per il 10 e 11 gennaio (elenco delle sale a breve su nexodigital.it), e vede il regista Rob Ashford a dirigere uno straordinario Kenneth Branagh nei panni di Archie, ruolo interpretato da Laurence Olivier nel film del 1960 diretto da Tony Richardson.

Sir Kenneth Charles Branagh attore, regista e sceneggiatore è nato a Belfast nel 1960 e ama Shakespeare sin da quando era ragazzo. È stato candidato a 5 Premi Oscar e si è aggiudicato numerosi premi internazionali. Nel 1988 ha diretto ed interpretato il film Enrico V, che gli è valso una candidatura all’Oscar per la miglior regia e il miglior attore protagonista. Nel 1991 ha diretto Il canto del cigno, ricevendo la candidatura all’Oscar per il miglior cortometraggio. Successivamente ha diretto e interpretato Frankenstein di Mary Shelley e Hamlet con cui ha ottenuto la quarta candidatura ai Premi Oscar per la migliore sceneggiatura non originale. Ha ricevuto una quinta candidatura per la statuetta come miglior attore non protagonista per il film Marilyn.