YourMag » Casa » Tende autunnali: la casa si fa bella
tende autunnali in soggiorno

Tende autunnali: la casa si fa bella

Si dice che l’estate sia la stagione più attesa dell’anno, ma la verità è che sono in tantissimi ad essere innamorati dell’autunno e delle sue atmosfere, tra caminetti ardenti, tappeti, candele e tendaggi colorati.

La bella stagione sta per lasciare il posto ai primi freddi e le piogge incessanti delle ultime settimane sembra vogliano ricordarcelo: in un batter d’occhio, le finestre che abbiamo lasciato aperte, per mesi interi, 24 ore su 24, verranno chiuse e lasceranno il posto a candele, incensi e ninnoli sui davanzali.

D’altro canto, è innegabile che i caldi arredi invernali riescano a rendere gli ambienti di casa straordinariamente accoglienti, “cozy” e a prova di ospiti: non è un caso che siano in tantissimi ad amare le stagioni intermedie anche più dell’estate, perché offrono brezze fresche, viali tappezzati di foglie e tramonti colorati.

Come organizzarsi, quindi, per sconvolgere l’assetto di casa ed allinearlo alle nuove, fresche temperature in arrivo?

Tendaggi stagionali: cosa c’è da sapere

Se con la questione tappeti è piuttosto facile districarsi, al trascorrere delle stagioni, con i tendaggi, possono proporsi diversi scenari, a seconda della disponibilità economica, dei metri quadri e delle aperture da coprire; in genere, c’è chi ha a disposizione un vero e proprio “catalogo” di alternative stagionali, fatto di tessuti e colori diversi, da equipaggiare a seconda delle temperature, e chi, invece, opta per una serie di arredi fissi, da sistemare all’occorrenza in base ai mesi che passano.

Nel primo caso, tende più spesse e coprenti, all’arrivo della stagione fredda, sostituiscono tessuti più eterei, leggeri e anche trasparenti, che vanno lavati ed igienizzati e poi scrupolosamente conservati per l’anno a venire. Nel secondo, invece, è importante tener presente che, proprio perché durante primavera ed estate finestre e balconi sono tenuti più a lungo aperti, vale la pena approfittare delle ultime giornate di sole intenso per lavare tutte le tende, da quelle più piccole a quelle gigantesche dedicate a grandi balconate, con abbondante ammorbidente che “stiri” le fibre e doni un fresco profumo di pulito. Si passa poi allo stiro (magari in verticale, a vapore) e alla ri-sistemazione prima dell’arrivo delle basse temperature: in questo modo la casa sarà sempre perfettamente pulita e profumata, anche quando comincerete a chiudere le finestre, senza riservarvi brutte sorprese di cattivo odore di polvere!

Opzione cambio di stagione

Conservare per tanti mesi dei tessuti, esattamente come accade per gli abiti, può talvolta risultare una vera e propria impresa: il rischio, infatti, è che si impolverino e abbiano bisogno di un nuovo lavaggio prima di essere riutilizzati al momento opportuno.

Se l’opzione tendaggio che preferite è quella stagionale, vi converrà, quindi, armarvi di scatoloni per indumenti da riporre, sigillati al meglio (ma occhio che siano traspiranti) negli armadi o, meglio ancora, di un sistema con sacchi sottovuoto che preservi igiene e profumo.

Solo così avrete una casa a prova di pulito!