YourMag » News » Setterosa d’argento, grazie ragazze!
setterosa argento

Setterosa d’argento, grazie ragazze!

Le americane sono troppo forti, non c’è stata partita ma le ragazze del Setterosa, hanno fatto un miracolo sportivo contro le campionesse del mondo in carica.

La Nazionale azzurra allenata da Fabio Conti perde 12-5 contro gli Stati Uniti, sin dall’inizio, subisce, patisce e non reagisce alla sua maniera, per la prima volta, nei giochi di Rio, va in svantaggio e non riesce a cambiare mai l’inerzia della finalissima e cede progressivamente alla maggior forza ed organizzazione della squadra USA, campionesse uscenti e campionesse mondiali.

Non c’è stato proprio niente da fare, ma essere troppo delusi sarebbe assurdo oltre che ingeneroso. Nello sport ci sono quelli più forti di te, anche molto più forti, e normalmente vincono.
Fisicamente devastanti, perfette in attacco, insuperabili in difesa con la splendida Ashleigh Johnson a distendere le ali tra i pali , dal terzo tempo in poi ci hanno spinti nel precipizio.
Le americane lo avevano fatto contro le azzurre anche nel torneo preolimpico di marzo. Stavolta, almeno, abbiamo cancellato la sindrome delle semifinali grazie a una squadra giovane, piena di futuro. Ed è significativo che l’anello di congiunzione tra il passato d’oro (Atene 2004) e il presente d’argento, cioè la capitana Tania Di Mario, abbia segnato l’ultimo gol della finale. Un saluto e un inchino, anche se siamo noi stavolta a doverci inchinare a queste magnifiche atlete.

setterosa argento rio

Il setterosa ha dato tutto, ma a volte neanche il cuore e l’entusiasmo possono bastare al cospetto di un avversario più quadrato e completo. Il risultato finale è pesante, finisce 12/5, ma la consolazione è lieve, perdere dalle più brave e prendere l’argento non è proprio una bruttissima cosa.

«Chi capisce di pallanuoto sa che queste ragazze hanno fatto un miracolo sportivo. Certo, non si esce mai col sorriso da una partita persa. Ma penso che fra 10 minuti, con la medaglia al collo, i volti delle ragazze si accenderanno».
Ha raccontato a match appena concluso il c.t. Fabio Conti

Alla fine il Setterosa è d’argento, viva il Setterosa.