YourMag » Sessualità » Sesso e falsi miti: cosa c’è da sapere?
Sesso e falsi miti: cosa c'è da sapere?

Sesso e falsi miti: cosa c’è da sapere?

Il sesso è il veicolo attraverso il quale l’essere umano non solo procrea ma, a differenza della maggior parte degli animali, trae anche piacere. La sessualità esiste da sempre e, pertanto, si crede di sapere tutto in merito, ma non è sempre così. I falsi miti da sfatare sono tantissimi!

Che si parli di lui o di lei, di coppie etero o omosessuali, la questione non cambia: ci sono miti e leggende che si tramandano e vanno assolutamente chiariti, anche per evitare il diffondersi di cattiva informazione, pregiudizi e situazioni spiacevoli.

Cosa c’è da sfatare

Si pensa che una buona performance sessuale sia correlata al raggiungimento dell’orgasmo. In realtà non è sempre così. Una buona intesa può non portare necessariamente al culmine del piacere tutte le volte, esattamente come un incontro può regalare un orgasmo finale, ma non essere degno di essere ricordato; inoltre non c’è da dimenticare che esistono molte altre forme di sessualità, legate all’eroticità, al sextexting, al semplice petting, che sono forme di intimità molto spinte e soddisfacenti, ma slegate dalla presenza di un orgasmo “obbligatorio”.

E per quanto riguarda l’infedeltà?

Gracie Landes, una terapista di coppia anche sessuale, sostiene che: “Disponibilità, facilità della cosa e rischio minimo sono tutti fattori che possono condurre a “tresche occasionali”. Alcuni sono più inclini ad agire d’impulso. Per lo stesso motivo nei supermercati le corsie con gli alimenti base sono in postazioni prevedibili, mentre gli articoli da “acquisto compulsivo” si trovano in fondo e vicino alle casse“. Insomma, la possibilità è insita in tutti e “l’occasione fa l’uomo ladro“, ma ognuno, poi, ha la possibilità di scegliere cosa ritiene più giusto fare, in base all’importanza della propria relazione e, soprattutto, in corrispondenza dei propri valori morali.

E la prima volta di una coppia?

Aspettarsi i fuochi d’artificio la prima volta che si fa sesso con qualcuno è alquanto deleterio, sia dal lato della prestazione stessa sia per il risultato finale, che sarà, ovviamente, contaminato dall’ansia da prestazione. La sessualità è fatta di intese, di scoperte vicendevoli che si fanno l’uno nei confronti dell’altro, tutti tasselli che si mettono insieme a poco a poco e che, inizialmente, non possono materialmente esserci. Una buona intesa è sicuramente un buon punto di partenza, ma non può essere, comunque, valutata solo sulla base di un unico incontro.

Inoltre, per chi ama usare sex toys e lubrificanti, non è detto che questo implichi per forza una mancanza di eccitazione. Piuttosto, può capitare che si possa avere bisogno di un “aiuto” oppure, semplicemente, che si provi più piacere utilizzando anche questi accessori: nel sesso nulla è vietato finché c’è consensualità!

Per chi si ama da tanto tempo…

Infine, la domanda che tutti si pongono, ma a cui si ha paura di rispondere: il calo del desiderio decreta la morte di una coppia?

Assolutamente no. Possono capitare, nella vita, dei periodi in cui non si ha voglia o modo di far sesso, soprattutto se si condivide un momento lungo o a tempo indeterminato. L’importante è capirsi a vicenda, non farne un tabù, parlarne e confrontarsi. Quando il momento brutto sarà passato tutto verrà da sé!