YourMag » Sessualità » “Sesso a Capodanno, sesso tutto l’anno”, una riflessione dietro un proverbio
sesso a capodanno, sesso tutto l'anno?

“Sesso a Capodanno, sesso tutto l’anno”, una riflessione dietro un proverbio

Sono molti i proverbi e gli adagi che lascerebbero intendere che, qualunque cosa si faccia a Capodanno, si ripeterà, nel bene e nel male ed inevitabilmente, per tutto l’anno a venire. Sesso incluso, naturalmente.

Si tratta, ovviamente, solo di dicerie che si tramandano, oramai, da generazioni, ma come tutti i proverbi, nascondono dei piccoli insegnamenti e delle velate verità.

Capodanno: “festival della sessualità”

Stando a quanto dichiarato da un articolo pubblicato sulla rivista inglese della Royal Society of Medicine, infatti, Capodanno sarebbe paragonabile ad un “festival della sessualità“.

In una serata così speciale, dove ci si mette in tiro e si esce (o si rimane a casa con cerchie di amici allargatissime) a far baldoria, è praticamente scontato e quasi ovvio che si possano presentare occasioni galanti, per chi ha voglia di coglierle.

Tante le coppie che si formano, anche solo per una sera, durante i festeggiamenti per l’arrivo dell’anno nuovo, tante quelle che si consolidano e quelle che decidono di passare insieme, lontano da tutti, queste ore così particolari.

L’influenza del tempo

Per quanto, infatti, il calendario sia un’invenzione “dei sapiens”, resta comunque legato alle vicissitudini astronomiche del nostro pianeta e, in qualche modo, riesce a influenzare gli animi di noi esseri umani con le sue scadenze.

Sapere che un anno sta passando sotto i nostri occhi e, contemporaneamente, che ne sta cominciando un altro, è sicuramente un input che fa venire alla mente parole come “rinnovo”, “resurrezione”, “ricominciare”, “dimenticare”, “ripartire”; tutti concetti legati, in fondo, ad una sorta di rinascita, alla voglia di buttarsi alle spalle un anno “vecchio”, incuriositi da quello che il nuovo anno proporrà.

Non importa se quello appena trascorso è stato un anno di successi o di delusioni: l’euforia di una nuova partenza è il comune denominatore per tutti coloro che si lasciano sorprendere dalla vita, nella notte di San Silvestro.

Ed in quest’ottica, insieme ai festeggiamenti, che si differenziano di persona in persona e di famiglia in famiglia, a seconda dell’indole personale, si inserisce anche il sesso, sicuramente, nella maniera più naturale e spontanea possibile.

“Fine” ed “inizio” si sfiorano

In fondo, a voler citare un altro proverbio, “Chi ben comincia è a metà dell’opera” e, se nessuno può assicurare che quello che si fa a Capodanno si ripeterà per tutto l’anno, di certo tutti saranno d’accordo sul fatto che cominciare col piede giusto e godersi il momento è sicuramente già qualcosa di positivo: una sorta di auto-augurio su come passare il “freschissimo” anno appena cominciato ma, soprattutto, un modo per festeggiare la partenza di un ciclo nuovo di zecca nel modo che si preferisce, magari perdendosi tra le braccia della persona a cui si vuole bene. C’è forse qualcosa di più bello?