YourMag » Famiglia » Santa Lucia: la luce per i bambini
Bambina apre regalo Santa Lucia

Santa Lucia: la luce per i bambini

Il periodo delle feste natalizie è un periodo magico per tutti, sopratutto per i bambini. Anche i giorni che ci portano al 25 lo sono, come la giornata di Santa Lucia.

La festività del 13 dicembre, specialmente in alcune zone del nostro Paese, è molto sentita da adulti e bambini.

Santa Lucia è il simbolo della luce e degli occhi. È considerata infatti la patrona dei ciechi e, in generale, di tutte le persone che hanno problemi di vista.

Una tradizione legata alla luce

Questa ricorrenza è molto sentita dai più piccoli, che l’aspettano con grande gioia e trepidazione. A mamma e papà, così, tocca organizzare qualcosa per loro e con loro per festeggiare Santa Lucia, la Santa della luce. Ecco la sua storia e le tradizioni legate al suo culto.

La storia di Santa Lucia

La leggenda racconta che Lucia era una ragazza bellissima che non ha voluto sposare un pagano. Per questo motivo ha subito il martirio perdendo gli occhi. Ci sono due versioni, secondo alcune fonti questo sarebbe avvenuto perché sarebbe stata lei stessa a strapparseli; secondo altre, invece, a cavarglieli sarebbero stati i suoi torturatori. Dante ricorda Santa Lucia nella sua Divina Commedia, attribuendole il merito di averlo guarito da un grave problema agli occhi che aveva avuto quando era giovane.

La tradizione di Santa Lucia in Italia

Secondo la tradizione, durante la notte tra il 12 e il 13 dicembre, Santa Lucia percorre le vie della città insieme al suo asinello per portare i doni ai bambini buoni e pezzi di carbone dolce a quelli cattivi. Nei giorni precedenti i bambini possono scrivere una letterina con le loro richieste alla Santa e nasconderla in un posto in cui possa trovarla. I bambini, oltre alla lettera, sempre nella notte tra il 12 e 13, devono lasciare sul balcone delle scarpe, in cui Santa Lucia possa lasciare i suoi doni, fieno e acqua per l’asino e cibi per Lucia. I regali originariamente erano dolci, biscotti e mandarini, non certo tutti i giocattoli costosi che i piccoli ricevono oggi.

La tradizione di Santa Lucia in Norvegia e in Brasile

Questa tradizione è arrivata anche in Norvegia intorno al 1920. Qua si festeggia pure il 13 dicembre e anche in questo paese il culto della Santa è collegato alla luce. Ogni anno, infatti, viene eletta in ogni città una Santa Lucia che, indossando un vestito bianco e una corona di candele accese, guida un corteo di bambini per le vie della città. Questa festa in Svezia segna la fine del buio e l’arrivo della bella stagione, perché il 13 dicembre cade il solstizio d’inverno. Nel 1910 la festa è arrivata anche in Brasile, grazie agli immigrati italiani. La notte del 12 i bambini nascondono un piatto di fieno sotto il letto e aspettano i doni della Santa; mente il giorno dopo, in ogni città, una ragazza in costume fa un giro in carrozzella, donando dolci ai bambini.