YourMag » Vita di Coppia » San Valentino: i writers raccontano l’amore a modo loro
le scritte sui muri per san valentino

San Valentino: i writers raccontano l’amore a modo loro

San Valentino è alle porte e se volete trovare una frase d’amore che faccia capitolare lui o lei potete dare un’occhiata alle scritte romantiche dei writers.

In questo periodo dell’anno esce fuori tutto il nostro romanticismo, si è pronti a fare pazzie per la nostra dolce metà, sempre alla ricerca del pensiero e del messaggio d’amore migliore.

Possiamo trarre spunto anche dai muri e dai palazzi delle nostre città, che fanno da sfondo ad un tripudio di cuoricini e frasi d’amore, più o meno poetiche.

 

Le frasi di San Valentino sui muri e i palazzi della città

I writers, che usano i muri per esprimere tutto il loro romanticismo, sono sempre di più e le loro frasi sono di ogni genere, da quelle ironiche ed auto ironiche a quelle dolcissime, passando per quelle sgrammaticate.

Quando l’amore è ironico ed autoironico

Cosa c’è di più bello di una dichiarazione d’amore che faccia sorridere? Non c’è niente che coglie più nel segno di un messaggio d’amore ironico ed autoironico ed i writers, poiché lo sanno bene, si sbizzarriscono in frasi come queste: “L’amore è più doloroso della crisi”, “Spegnete Facebook e baciatevi” o “Dell’amore ho solo le maniglie”.

Quando l’amore finisce

L’amore, però, può anche finire e lasciare un po’ d’amaro in bocca e, allora, non mancano le frasi sarcastiche, pungenti e simpaticamente cattive, come: “Mi sono innamorato di te guardandoti ed ho smesso di amarti guardandoti meglio” oppure “Io muoio per te…e tu? Io ti porto i fiori”. 

Quando l’amore è poesia

A San Valentino si celebra l’amore ed in questo giorno, più che in tutti gli altri 364, ci si lascia andare a dichiarazioni d’amore degne delle più belle favole, del tipo: “Mi chiederanno di parlare d’amore ed io parlerò di te” oppure “Tu la mia Belle.. ed io la Bestia” o ancora, “6 il mio guaio preferito..” e la più simpatica “Sfonda questi muri e vieni a prendermi”. 

Quando l’amore è audace

Se alcuni writers sono romantici, altri “poeti di strada” sono più audaci ed esprimono i loro sentimenti con messaggi ispirati non solo dall’amore come sentimento, ma anche con messaggi molto più fisici ed espliciti. Così sui muri delle nostre città campeggiano frasi del tipo: “L’amore non è il lamento di un violino morente, è il cigolio trionfante d’una molla del letto!”. Gli esempi potrebbero continuare all’infinito, ma è superfluo riportare frasi che ognuno di noi incontra ad ogni angolo di strada.

Quando l’amore è sgrammaticato

Di certo essere il destinatario di una scritta come “Se non ci fosti, io ti inventavo”, non riempie proprio di orgoglio, non perché sia priva di sentimento, ma perché questo innamorato dovrebbe ritornare a scuola prima di lanciarsi in dichiarazioni d’amore poetiche. Oppure: “Con te a fianco posso rinunciare HA tutto”. Anche all’italiano si direbbe.

Quando prima del cuore c’è la gola

Infine ci sono gli innamorati che danno più importanza alla gola che al cuore e, dunque, meglio la pizza dell’anima gemella che, a qualcuno, dà le stesse emozioni di un panino da McDonald’s. E tali certezze vengono espresse in frasi come: “Mentre Dio accoppiava le anime gemelle, io ero in fila per la pizza” o “Ti amo quanto un bambino ama la Nutella”.