YourMag » Sessualità » “Saggezza sessuale”: il sesso migliora con l’età
coppia matura sesso

“Saggezza sessuale”: il sesso migliora con l’età

No, non è solo il vino a migliorare con l’avanzare degli anni: secondo uno studio condotto negli Stati Uniti, anche il sesso avrebbe lo stesso tipo di iter. Il segreto è nella “saggezza sessuale“.

Pare che la scienza si diverta a sfatare i miti che hanno invaso la nostra cultura e la nostra società per decenni.

Questa è la volta del sesso e di “chi lo fa meglio”. Sì, perchè pare che la verità non sia così scontata come si potrebbe pensare: i migliori amanti non sarebbero i focosi ventenni, in preda alla potenza degli ormoni di quell’età ma, al contrario, i “sopiti” maturi, con una qualità decisamente superiore.

Lo studio

Questi interessantissimi risultati sono stati il frutto di uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’University of Minnesota su oltre 6mila persone, di età compresa tra i 20 e i 93 anni; le statistiche sono state elaborate relativamente al 1995, al 2003 e al 2013. Dalle domande che sono state poste a tutti i partecipanti è stato evidente subito che la frequenza con cui i giovani fanno sesso è sicuramente più alta, ma senza toccare le vette che, a livello di soddisfazione, vedono le persone più grandi. Anzi, maggiore è l’età e maggiore è il grado di esperienza, per cui la consapevolezza di sè e delle proprie capacità, dei propri desideri e dei propri limiti riesce a far giostrare meglio all’interno della questione, dando luogo, in sostanza, a rapporti più appaganti.

Non solo, pare che i maturi siano anche i più romantici e premurosi tra le lenzuola.

La paura del “declino”

Probabilmente entrano in gioco anche fattori psicologici, a livello subconscio, per cui l’esperienza che si accumula negli anni si trasforma in “saggezza sessuale“, che rivede le priorità e ristabilisce nuovi equilibri, a livello personale e nella coppia, “salvando” dalla possibilità di un ipotetico declino del sesso con l’avanzare dell’età. In questo modo, sebbene all’apparenza potrebbe risultare che nelle fasce più giovani il sesso sia una parte più importante nelle loro vite quotidiane, si evince che, in realtà, la qualità e l’appagamento del sesso maturo sono di gran lunga superiori.

La buona notizia

Insomma, una buona notizia che vale per tutti: fare del buon sesso soddisfacente, soprattutto per le persone anziane, anche parecchio in là con l’età, è non solo un segno di buona salute ma anche di longevità, poichè per gli anziani sessualmente attivi ci sono molte più chance di una vita lunga e sana!

In ogni caso, c’è da ribadire che questo studio è stato condotto su un campione, comunque, ristretto di persone e appartenente, bene o male, agli stessi territori. Il mondo è molto più vasto e ricco di culture e tradizioni sociali differenti; esisteranno, certamente, moltissime eccezioni a questa regola, ma questo studio, comunque, ci ha offerto una panoramica che ben si può estendere anche al resto della popolazione mondiale, con buona approssimazione.