YourMag » Vita di Coppia » Riconoscere i modi subdoli con cui il partner bullizza
bullismo partner

Riconoscere i modi subdoli con cui il partner bullizza

Il termine bullismo è legato soprattutto ai soprusi tra compagni di scuola dove uno subisce e l’altro lo sovrasta anche fisicamente.

Una situazione simile si può creare anche nella coppia, dove uno dei 2 partner assume un atteggiamento tale da portare l’altro/a costringendolo con subdoli ricatti, a comportarsi come desidera.
E’ un meccanismo sottile di controllo, difficile da individuare se non si hanno ben chiari i modi messi in atto da un partner che “bullizza”.Ecco come riconoscerli e rompere questo circolo vizioso che può portare a seri problemi sia nel rapporto che riguardo alla propria autostima.

Vittimismo, sopraffazione, annullamento di se
Se state provando a riconoscere i modi subdoli con cui il vostro partner vi bullizza, fate attenzione alla sua tendenza al vittimismo. Il suscitare “compassione” è qualcosa che spinge l’altro a soprassedere per non dare un dispiacere. La questione però va ben analizzata, per capire se si tratta di un modo per trarne vantaggio. Il più delle volte è una scusa per portarvi dalla sua parte, solo per il gusto di allontanarvi da amici o parenti e avere la vostra totale disponibilità.

Sopraffazione verbale
State bene attente agli episodi di sopraffazione verbale. Il non lasciare spazio all’altra di parlare ed esprimersi è una grave mancanza di rispetto. Alzare la voce, interrompervi mentre state parlando senza lasciare spazio alle vostre opinioni, è un campanello d’allarme. L’obiettivo è mettervi a tacere, ogni giorno togliendovi diritto di espressione su argomenti importanti come su questioni di poco conto.

Derisione psicologica
La sopraffazione verbale può essere rappresentata anche dalla derisione, dall’accentuare un difetto fisico, dal ripetere frasi del tipo “tu non capisci niente”, mettendovi a tacere senza possibilità di appello. Un partner può arrivare anche a insultarvi davanti a persone conosciute per abbassare ulteriormente la vostra autostima e annientare l’amor proprio. Tentadi eliminare il sano orgoglio traformando il rapporto di coppia in una lotta impari. Il soggetto bullizzato arriva a provare “vergogna”, convincendosi di ciò che gli viene ripetuto e ponendosi in una sorta di dipendenza dall’altro.

Violenza fisica
Un partner che bullizza può anche arrivare alla violenza fisica quando non accetta categoricamente la vostra reazione o ribellione alle sue imposizioni, coscienti o meno che siano. E’ un processo spesso graduale e, anche se non si arriva a una violenza fisica, denota uno squilibrio di ruoli tra i partner che non è accettabile. La violenza fisica non è giustificabile e, se si arriva a questi livelli, l’unico modo è chiudere la relazione senza ulteriori strascichi o richieste di chiarimenti. E’ già tutto palesemente finito.

Il partner che bullizza
Il partner che bullizza è di fondo un narcisista capace di manipolare l’altro che, inizialmente per amore, “sopporta”. Questo però non è amore costruttivo, gratificante, che arricchisce l’altra e che dona serenità. Nessuno merita questo, tra sopraffazione e maltrattamenti. Potrebbe servire nei casi meno gravi una terapia di coppia, per sapere se c’è ancora qualcosa da salvare nel rapporto.