YourMag » Casa » Prima casa in coppia: errori da evitare e consigli da seguire
Prima casa in coppia: errori da evitare e consigli da seguire

Prima casa in coppia: errori da evitare e consigli da seguire

Progettare una vita in due è sempre emozionante e un’esperienza che coinvolge al 100% tutti gli aspetti della propria esistenza, casa inclusa. Ma quali sono gli errori da evitare?

La vita è fatta di passaggi più o meno obbligatori che ci mettono davanti alle scelte che compiamo giorno per giorno.

Così, dopo la fase di indipendenza derivante dall’essere andati a vivere da soli, può arrivarne un’altra a due, dove si sceglie di mettere su casa con il proprio partner.

Certo, è possibile anche pensare ad un momento intermedio e temporaneo, fatto di convivenza con amici, colleghi o studenti, ma prendersi l’impegno di progettare una vita (e un’abitazione) insieme a chi ci si auspica resti accanto a noi a lungo è tutt’altra cosa.

Due che diventano uno: fusioni di ispirazioni, gusti e competenze

Un errore clamoroso che si compie molto spesso nella progettazione di una casa insieme è quello di “lasciar fare” l’altro in determinati ambiti.

È ovvio che ognuno possa avere delle conoscenze e delle competenze diverse, dall’idraulica al gusto per i dettagli, alle valutazioni da pensare, ad esempio, per impianto elettrico o di riscaldamento, ma le esigenze e le idee di entrambi possono convergere per dare vita a qualcosa che sia effettivamente concepito insieme, dall’inizio alla fine.

Così, ad esempio, mentre c’è chi sa come creare il giusto attacco per una presa di corrente, c’è anche chi sarà in grado di pensare alla miglior collocazione, studiando la posizione di eventuali mobili o elettrodomestici da mettere in funzione.

In questo modo, ogni spazio, interno o esterno che sia, sarà perfettamente funzionale per entrambi e non potranno mai esserci ripensamenti o revisioni noiose da apportare in corso d’opera.

Lista delle priorità

Tra le cose da studiare in due, la prima è sicuramente la lista delle priorità da seguire.

Pensare a tutto quello che c’è da fare stanza per stanza, a come riutilizzare mobili magari provenienti dalle abitazioni precedenti e ai colori che si vogliono scegliere per rendere il perimetro di casa super personalizzato può essere davvero avvilente e sfiancante; il rischio è che si perda la lucidità sulle cose da organizzare e acquistare. Una lista delle priorità vi aiuterà a tenere sempre il punto della situazione sott’occhio e a portata di mano per evitare di disperdere sistematicamente le vostre energie ed attenzioni durante i momenti clou.

Evitare forzature

Un altro errore molto comune è quello di cercare di incastrare ciò che proprio non può essere incastrato.

Rimpinzare le stanze di mobilio, esagerare con decorazioni ed arredi secondari assolutamente non in linea con l’intenzione di stile della casa o riutilizzare ad ogni costo qualunque elemento sia in proprio possesso o, addirittura, di cui ci si è innamorati in negozio ma che non fa al caso proprio, sono tutte sfaccettature della stessa medaglia: quella della disattenzione ai dettagli.

A volte, farsi aiutare da un esperto o da chi ha le giuste competenze in materia può essere la soluzione più giusta per trovare insieme, con un minimo di spesa in previsione, l’equilibrio perfetto tra risparmio, riciclo e stile.