YourMag » Moda » Passerelle “spaziali”: un’estate all’insegna del metal
Passerelle "spaziali": un'estate all'insegna del metal

Passerelle “spaziali”: un’estate all’insegna del metal

Laminati, paillettes, tessuti brillanti: quest’estate, vista attraverso le passerelle dei più importanti stilisti del mondo, sarà all’insegna del metal.

Laura Biagiotti, Louis Vuitton, Moschino, Dior, Blumarine… sono in tanti a convalidare il trend estivo 2017 che punterà al metallico e ai bagliori argentei.

Le passerelle si sono trasformate in interni di navicelle spaziali, dove l’ambiente è continuamente illuminato da lustrini, tessuti laminati, paillettes e glitter; insomma tutto quello che può rendere un outfit assolutamente “brillante”, in tutti i sensi, luminoso e luccicante.

Naturalmente c’è chi ha speculato sull’eccessivo e chi ha mantenuto un low profile, aderendo ad uno stile che fosse in linea con le tendenze ma, contemporaneamente, con il proprio modo di fare moda e con il messaggio che si vuole rimandare all’esterno.

Le proposte degli stilisti

In passerella Laura Biagiotti ha prediletto stivaletti dorati, con richiami in oro e argento tra i dettagli degli abiti.

Balmain, invece, ha tentato qualcosa di più azzardato: ha trasformato un’armatura medievale in un abito da sera, con la tipica maglia metallica e drappi e filati pendenti in tema metal.

Louis Vuitton, dal canto suo, ha proposto un’adesione al trend nel suo inconfondibile stile “rivisitato”: il metal si è plasmato in manti di zebre gioiello su seta o chiffon trasparenti e onde di mercurio, davvero difficili da non notare perché brillano di luce riflessa.

Ancora, Blumarine ha mescolato le paillettes con ricami color perla, allungati fino a scendere sui fianchi: perché il metal è anche sexy e intrigante.

Un utilizzo diverso del trend è stato proposto da Miu Miu, con un abito silver, corto e sofisticato, dove la vita è stata messa in vista attraverso una cintura con frange metalliche e la scollatura all’americana è apparsa decorata da vere e proprie “incrostazioni” metalliche.

C’è poi chi ha osato tonalità diverse, che si discostano un po’ dall’argento e mirano ad altri effetti ottici: Elisabetta Franchi, con il rame e i bordi di pelliccia, in stile vamp, Alberta Ferretti, con ori e perline confuse tra toni avorio e Antonio Marras, che è riuscito a fondere il trend metal con decori floreali, per un effetto vintage e, allo stesso tempo, super moderno!

Gli sperimentatori

Manca ancora una categoria da introdurre: una piccola nicchia di stilisti che ha osato ben oltre la scelta della tonalità.

Il tailleur di Moschino in pelle argentata, ad esempio, ha fatto molto parlare di sé, un po’ come l’abito proposto da Dior, disegnato dalla bravissima Maria Grazia Chiuri, in una tonalità blu notte, con decori di luci metalliche, in richiamo di un cielo stellato. Una proposta che dimostra che anche i trend più vincolanti e, a volte, eccessivi, si possono trasformare in proposte delicate, di stile, chic… insomma, in vere e proprie opere d’arte!