YourMag » Casa » Parquet mon amour: una scelta di stile
Arredamento salotto con parquet

Parquet mon amour: una scelta di stile

Sempre più italiani scelgono il parquet per arredare le proprie case, per questioni di comodità ed estetiche ma, soprattutto, di stile. Cosa c’è da sapere?

Country, minimal, elegante, shabby: qualunque tipo di ispirazione d’arredo si sposa alla perfezione, ormai, con il parquet perché la proposta commerciale è incredibilmente ampia e variegata.

Sulla scia dello stile d’oltreoceano, così, moltissimi sono gli italiani che scelgono di rifarsi a questa tipologia di pavimento, beneficiando di una serie di vantaggi attraverso la cura di questo materiale così particolare e, a suo modo, delicato.

La cura del parquet

L’impatto visivo che offre il parquet è impagabile: uniforme, lucido, insolitamente accogliente rispetto ad altri tipi di materiali. Ma, al rovescio della medaglia, si tratta di una scelta che comporta anche molte più cure, rispetto ad un ordinario pavimento fatto di piastrelle.

Trattandosi, essenzialmente, di legno e materiali naturali, è necessaria infatti una periodica stesura di cera o di oli che lo nutrano e lo aiutino a restare lucido e schermato dagli attacchi esterni (sporco, graffi, oggetti caduti dall’alto); inoltre, ci sono intere zone del pavimento che possono essere a rischio sin dalla prima installazione, poiché non è improbabile che, in caso di esposizioni prolungate ed intense ai raggi del sole, appaiano, con il tempo, macchie, scolorimenti o, persino, piccole deformazioni. Insomma, ci sono tante piccole accortezze da mettere in atto anche per assicurare una buona longevità ed una resa ottimale.

Ma quali sono i motivi che rendono il parquet così appetibile e desiderabile?

3 motivi per sceglierlo

Il primo motivo per il quale tantissimi scelgono il parquet per la propria casa è, ovviamente, estetico: un pavimento ben curato e lucidato è in grado di cambiare l’atmosfera in qualsiasi stanza, aggiungendo un tocco di “natura”. Occhio solo alla provenienza della materia prima. Proprio perché si tratta di materiali provenienti dalla lavorazione del legno, è sempre bene accertarsi che sia tutto in regola, anche in ottica eco-green.

Inoltre, camminando su questo tipo di pavimenti è innegabile la voglia di togliersi le scarpe e procedere a piedi scalzi: è come un modo per stare a contatto con la natura in maniera più diretta, una sensazione che non si potrebbe provare con delle semplici piastrelle.

Ma c’è una caratteristica importantissima che rende il parquet anche una scelta funzionale: è, infatti, un materiale isolante, che si ritrova ad essere soluzione in casi di pavimenti (o, perché no, anche mura perimetrali) da isolare, appunto, sia in quanto ad umidità che in acustica. In questo modo le pareti sottili smettono di essere un problema per la privacy, riuscendo a gestire in maniera efficace tensioni con il vicinato, vita da ufficio ma anche i piccoli problemi di country house immerse nel verde e a contatto con giardini e terreni.