YourMag » gossip » Paola Turci dichiara: “Ho chiuso con gli uomini”. Ecco la teoria della cantante che spiega il perchè della sua scelta

Paola Turci dichiara: “Ho chiuso con gli uomini”. Ecco la teoria della cantante che spiega il perchè della sua scelta

“Stare con un uomo? No. L’erotismo è donna”. Tutti pronti per lo scoop che sembrava servito sul piatto d’argento ma Paola Turci aggiunge: “Non voglio etichette”. 

Un’emozionante intervista rilasciata a Vanity Fair, ci fa entrare con delicatezza nel fantastico mondo di Paola Turci, universo nel quale non è previsto un uomo. La cantante, ha infatti 52 anni ed è attualmente single. La sua teoria sul sesso maschile risuona forte e chiara: “Proprio no. Specie quelli che adesso sembrano innamoratissimi. Ho avuto ogni smania: di avere un fidanzato, di costruirci casa, di sposarmelo, di metterci su famiglia. Non è stato proprio un successo. L’equilibrio che mi completa ora, invece, lo è, ed è da difendere: non crede ai colpi di fulmine e non ha bisogno di altro. E la bellezza non c’entra. Puoi essere pazzesca e possono piacerti gli uomini da morire, ma se hai una porta chiusa dentro, non capita nulla”.

Dopo questo quadretto sugli uomini, quasi spontanea la domanda sul genere femminile. Sorride la bella Paola Turci:”L’erotismo è donna, tengo solo lontane le etichette. Ancora oggi se dici: ‘Mi piace una donna’, allora sei lesbica. Sorrido, quando qualcuno si chiede se lo sia. Come domandare: ‘A te piace stare sopra o sotto? Ti piace dormire con il cuscino o senza?’. Ma cosa importa, quelli sono dettagli. Come fai l’amore è roba da chiedere?”.
 
La cantante, sta vivendo ad oggi un periodo molto sereno della sua vita, dopo esser tornata sul palcoscenico dell’Ariston con il brano “Fatti bella per te”, ha tutta la voglia e la grinta per ricominciare dopo il tragico incidente che nel 1993 le sfigurò il viso. Costretta a subire circa 13 operazioni, ad oggi, Paola, riesce a parlarne con più freddezza. 
“Per 15 giorni non mi sono voluta guardare allo specchio”. – ha confidato la Turci nell’intervista per Vanity Fair- “Neanche fasciata. Poi quando mi hanno tolto le bende, l’ho fatto piano, pezzettino dopo pezzettino. Sapevo che ero un disastro: la cucitura, l’occhio ‘ballerino’, il sopracciglio falciato. Le croste, le abrasioni, la deformazione. Oggi quando mi specchio, se sono stanca o dormo un’ora in meno, il bianco intorno all’iride diventa rosso. Ma io e quella lì riflessa abbiamo firmato un armistizio”.