YourMag » Ecologia » Olanda: il carburante dei treni diventa il vento
trenia alimentati ad energia eolica

Olanda: il carburante dei treni diventa il vento

600 mila passeggeri al giorno, zero emissioni di CO2. Utopia? No, è esattamente quello che sta accadendo in Olanda, dall’inizio di quest’anno. Com’è possibile?

Burocrazia, autorizzazioni, leggi, discussioni politiche e sociali: sappiamo benissimo come funzionano le cose in Italia, quanto a rilento vada il ricambio verso la modernità e quanto siamo, purtroppo, lontani dalle incredibili realtà del Nord Europa e di molte altre zone del mondo, più facili e veloci all’evoluzione.

In un momento storico importantissimo come questo, per noi stessi e per il nostro pianeta, sarebbe importante anche solo tentarla questa corsa contro il tempo, per cercare di salvare il salvabile: perchè c’è chi dice che alcune risorse (come il petrolio) non siano, poi, così lontane dall’esaurirsi, chi sostiene che sia già troppo tardi per salvare questa Terra così martoriata e deturpata da noi umani, che spesso ci comportiamo, nei suoi confronti, come fossimo un virus, e chi, portando un po’ di speranza, crede che ci sia ancora qualcosa da fare e tempo da recuperare per poter invertire il senso di rotta e risanare ai danni fatti, non perpetrandone altri.

Ma in questo scenario di idee diverse e, talvolta, opposte, c’è chi prende posizioni nette e le porta avanti.

E’ questo il caso dell’Olanda, che ha stupito tutti con la novità dell’anno: dall’inizio di questo 2017, infatti, contro ogni previsione, i suoi treni sono tutti “verdi”, alimentati da energia eolica!

“Groenetrein”

Nel 2015 le ferrovie olandesi avevano comunicato che, nel tempo, ci sarebbe stato questo passaggio graduale verso le energie rinnovabili, utilizzando impianti eolici per alimentare i treni. Man mano che questo accadeva, i mezzi venivano dipinti di verde, per essere riconoscibili dagli altri tradizionali.

Il passaggio completo avrebbe dovuto contenere una fase intermedia più lunga, concludendosi nel 2018, ma, contrariamente ad ogni aspettativa, grazie all’aumento delle installazioni eoliche, è stato possibile anticiparsi addirittura di un anno. I “groenetrein“, cioè “treni verdi”, sono, ad oggi, l’unica tipologia di treni esistente in Olanda. Un grande passo in avanti a livello tecnologico, ecologico, morale, oltre che una grande soddisfazione.

Dove va l’energia prodotta in eccesso?

Sembra quasi assurdo, ma l’energia eolica non solo riesce ad alimentare il sistema ferroviario nazionale, ma “eccede” pure! Una circostanza da poter rivolgere facilmente a proprio vantaggio, come è appunto accaduto.

Eneco, infatti, l’azienda “in charge” in Olanda per questa trasformazione di genere, che si occupa, appunto, di energie rinnovabili, ha pensato di immettere questo surplus sul mercato nazionale ed europeo, sfruttandone il 2% per la manutenzione dei treni olandesi.

Di certo, una vera e propria rivoluzione nel campo dei trasporti dalla quale imparare molto e alla quale ispirarsi; il pianeta e la nostra salute ne hanno solo da guadagnare.