YourMag » Famiglia » Nonni e nipoti: croce e delizia per i genitori
Nonni e nipoti: croce e delizia per i genitori

Nonni e nipoti: croce e delizia per i genitori

Proprio oggi, il 2 ottobre, si festeggiano i nonni. Per i genitori e i nipoti queste figure sono delle risorse, sia dal punto di vista sentimentale che pratico. Non sempre, però, tutto fila liscio.

Alcune volte infatti, quando vengono affidati loro i nipotini, i nonni non si attengono alle regole dei genitori, ma fanno un po’ di testa loro. Ciò succede sostanzialmente per due ragioni: o perché i nonni, davanti ai nipoti, sono molto permissivi e li accontentano in tutto, o ancora perché, vista la loro esperienza, si sentono più bravi dei genitori moderni.

Qualunque sia la ragione per cui questo accade, ciò può provocare qualche problema. I bambini infatti sono un po’ destabilizzati, perché molte regole di mamma e papà vengono ignorate dai nonni. I genitori invece devono ristabilirle e mettere dei paletti, facendo la parte dei cattivi agli occhi dei figli.

Nipoti e nonni: come costruire un rapporto che non crei problemi

Come costruire, allora, un rapporto tra nipoti e nonni che sia d’aiuto per mamma e papà e non crei problemi? Secondo Elisa Glionna, psicologa e psicoterapeuta, è opportuno far comprendere ai nonni che le regole ci sono per il bene del bambino e non per la smania dei genitori di “dettare legge” a figli e genitori. E visto che il bene dei bimbi sta a cuore a tutti, è importante che le indicazioni dei genitori vengano rispettate. Ecco, dunque, quali insegnamenti dare ai nonni più “indisciplinati”.

Essere chiari fin dall’inizio

Se per necessità lavorative dei genitori, i nonni devono occuparsi dei nipoti molto spesso, è bene che le regole siano chiare fin da subito. Mamma e papà, quindi, devono spiegare fin dall’inizio come vogliono che i figli vengano accuditi e seguiti. Ciò però non significa stilare elenchi infiniti di regole, ma darne poche e fondamentali, quelle più importanti. Da non sottovalutare, infine, l’aspetto della partecipazione dei nonni. L’esperta, infatti, raccomanda ai genitori di spiegare le loro scelte e sottolineare quanto sia utile il loro aiuto.

Se i nonni “disubbidiscono”

Nonostante tutti gli accorgimenti, può succedere che i nonni non si attengano alle regole ed alle raccomandazioni dei genitori. Che cosa fare, allora, in questi casi? Riconoscendo ai nonni il merito dell’esperienza, si deve spiegare che i bambini non possono cambiare abitudini, a seconda della casa in cui stanno. E proprio per questo, i genitori devono essere avvertiti se i nonni prendono “iniziative lontane dalla routine e con ripercussioni sui soliti orari”, come spiega Elisa Glionna. Se poi i nonni sono troppo permissivi, è importante che si faccia comprendere loro che alcune concessioni possono causare dei danni, come quelle sul cibo.

Capire che ci sono delle eccezioni

Per evitare però scontri frontali che danneggerebbero tutti, soprattutto i bambini che devono mantenere il rapporto con i nonni, è importante essere elastici. E’ chiaro, infatti, che ci possono essere delle eccezioni, specialmente nei casi in cui i nipoti passano poco tempo con loro. Delle occasioni speciali, dunque, durante le quali non è una tragedia se si infrange qualche regola.