YourMag » Casa » Natale a casa: gli italiani vanno meno al ristorante
le famiglie non vanno al ristorante a Natale

Natale a casa: gli italiani vanno meno al ristorante

Mancano solo pochi giorni a Natale ed i preparativi fervono: albero di Natale e presepe fatti, regali comprati e che cosa resta? Decidere se passare Natale al ristorantea casa.

Che cosa faranno gli italiani in questo ultimo scampolo di 2016, che è stato molto travagliato per diversi motivi e circostanze?

Stando alle previsioni della Fipe, la “Federazione Italiana Pubblici Esercizi”, che ha condotto una indagine in collaborazione con “Format Research”, in occasione delle feste di Natale e di Capodanno, è stato stimato che circa 5,6 milioni di italiani consumeranno il pranzo di Natale seduti alla tavola di qualche ristorante, trattoria o locale, sia in Italia che all’estero. Quindi le stime dell’indagine hanno rivelato che solo l’11% dei nostri connazionali trascorrerà i giorni di festa ed, in particolare, i pranzi fuori casa.

Natale al ristorante: calo rispetto all’anno scorso

La crisi, quindi, ha colpito anche il settore della ristorazione, in un periodo così importante come quello di Natale e Capodanno. Dall’indagine della Fipe, condotta su un campione, inoltre, è emerso che c’è stato un calo di presenze rispetto all’anno scorso, un calo di circa 512 mila persone, che compongono l’87% degli intervistati che faranno il pranzo di Natale a casa, con amici e parenti, e non in qualche locale. Lo scorso anno, invece, la percentuale era poco più bassa, infatti nel 2015 a dover cucinare il pranzo di Natale in casa è stato l’84,5% degli italiani. Analizzando nel dettaglio questo 11%, che andrà fuori, si è evinto che il 9,2% sceglierà un ristorante o un locale italiano, mentre nel 2015 era il 10%, e l’1,8% opterà per un ristorante all’estero, mentre l’anno scorso era il 2%.

Natale al ristorante o a casa? Tutti i costi

E se la percentuale degli italiani che trascorreranno il giorno di Natale al ristorante e non in casa a cucinare per tutti, è in leggero calo rispetto all’anno passato, è aumentato, anche se leggermente, il costo di un pranzo: la spesa media è di 51 euro a persona, rispetto ai 50 euro del Natale 2015. Le fasce di prezzo vanno da meno di 40 euro ad oltre 60 euro ed, in particolare, si spenderà meno di 40 euro nel 25% dei ristoranti, tra 40 e 60 euro nel 57,5% e, infine, più di 60 euro nel 17,5%. Gli esercenti del settore ristorazione, però, nonostante il trend di tutto il 2016 sia stato caratterizzato da un leggero calo, hanno la volontà di ripartire, come conferma il presidente di Fipe Lino Enrico Stoppani, tanto che  il numero dei ristoranti aperti il giorno di Natale è leggermente aumentato rispetto al 2015. E che cosa offriranno i ristoratori ai loro clienti a Natale? Dalle interviste agli esercenti, realizzate per l’indagine Fipe, è emerso che il  il menù “tutto compreso”, bevande escluse, sarà offerto dal 50% dei ristoranti, il “tutto compreso”, con le bevande incluse, dal 27,8%, mentre il 22,2% non avrà un menù fisso.

Tu dove passerai il natale?