YourMag » Moda » Moda: la riscossa delle donne curvy
Moda: la riscossa delle donne curvy

Moda: la riscossa delle donne curvy

Finalmente anche i più celebri brand della moda strizzano l’occhio alle taglie “forti”, quando con questa definizione si intendono quelle sopra la 44.

Per tutte le donne che vestono sopra la taglia 44 è stato sempre molto complicato trovare abiti che non mortificassero la loro bellezza e femminilità.

C’è sempre stata poca attenzione per i capi di abbigliamento plus size, spesso poco seducenti e che anziché valorizzare le curve delle donne tendevano a umiliarle.

Moda: i brand più importanti guardano anche alle donne curvy

I grandi stilisti, finalmente, hanno capito che la sensualità di una donna non passa attraverso la magrezza eccessiva. Hanno compreso che si può essere belle e sensuali anche se si hanno delle forme più abbondanti e burrose.

Per le donne curvy fare shopping non è più un incubo

Per chi veste con capi di abbigliamento un po’ più “grandi” fare shopping, molte volte, diventava un momento frustrante e di grande stress. Questo dipendeva dal fatto che, oltre ad avere difficoltà a trovare abiti che fossero comodi, succedeva che, anche quando si trovavano, questi non esaltavano per nulla la femminilità e il fascino di chi li acquistava.

Oggi però, per fortuna, questa tendenza secondo cui solo la magrezza è sinonimo di bellezza, è cambiata. Sono sempre più numerosi, infatti, i grandi marchi della moda che puntano sulle collezioni curvy e sulle passerelle spopolano abiti e accessori adatti a chi ha qualche taglia in più.

Così, ai già noti marchi del fashion, nati proprio con l’obiettivo di vestire in modo glamour e di tendenza le taglie superiori alla 44, come Elena Mirò o Sandro Ferrone, si sono affiancate altre case di moda.

Sono state create, ad esempio, le linee low cost di Violeta by Mango e CurvyGlam di OVS, ma anche i brand più rinomati e costosi, da Valentino a Gianbattista Valli passando per l’inglese Stella McCartney, hanno dato sfoggio alla loro creatività, che è stata messa a disposizione delle tante donne curvy che ci sono in tutto il mondo.

Infine, anche le donne che non vantano una grande altezza e gambe chilometriche possono trovare abiti che valorizzano e non mortificano i loro fisici, grazie alle nuove collezioni proposte da TopShop e Asos, adatte alle “bellezze in versione mignon”.

Le testimonial curvy

Naturalmente, a dare una svolta a questa tendenza che ormai perdurava da anni, sono state anche tante paladine che hanno portato avanti questa “rivoluzione curvy”. Molte modelle, attrici, cantanti che hanno mostrato i loro corpi morbidi e dalle forme abbondanti senza alcun tipo di imbarazzo o vergogna, ma con tanto orgoglio. Una delle pioniere è stata la modella Ashley Graham che, insieme ad altre stelle dello show biz come Adele, Beyoncè e Kim Kardashian, hanno “convinto” gli stilisti a puntare pure sulle taglie over 44.