YourMag » Sessualità » L’uomo ideale sarebbe quello che assomiglia al papà

L’uomo ideale sarebbe quello che assomiglia al papà

Alcuni studi recenti avrebbero stabilito che le donne trovano attraenti gli uomini che somigliano ai loro papà.

Da piccole il papà era il nostro eroe, con l’adolescenza nascono i primi conflitti, la voglia di indipendenza e libertà, finchè non arriva il primo fidanzatino, che i papà generalmente odiano. Il primo amore però, raramente dura, ed ecco che dopo altre delusioni ci sembra finalmente di aver trovato l’uomo giusto, che ci attrare mentalmente e fisicamente… bene, secondo numerosi studi, questo grande amore somiglia tutto e per tutto al papà!

In base a questi studi, sembrerrebbe che le donne si sentono attratte e si innamorano di uomini dalla fisionomia che, in qualche modo, ricorda quella paterna. La ricerca è stata condotta da una equipe ungherese che ha analizzato i volti dei membri di 52 famiglie ed ha stabilito che la parte di maggior attrazione per una donna quando guarda il viso di un uomo si concentra nella parte centrale del volto, ed è proprio quella zona che spesso ha importanti similitudini con quella di papà.

Questo supporterebbe la teoria dalla quale è nato lo studio, il cosiddetto “imprinting sessuale“. In qualche modo i bambini creano inconsciamente un modello di riferimento sessuale sui dati che conoscono fin dall’infanzia, quindi basandosi sul genitore di sesso opposto.

Quando poi diventano adulti e decidono di mettere su famiglia, quel modello riaffiora ed indirizza la scelta che sarà, o dovrebbe essere, per la vita. I ricercatori hanno accolto con piacere la conferma della teoria dell’imprinting sessuale e affermano inoltre che, dal punto di vista genetico, avere una qualche sorta di “parentela” permetterebbe maggior fertilità e compatibilità.