YourMag » Psiche » L’importanza degli animali domestici per chi è affetto da patologie psichiche
animali domestici e patologie psichiche

L’importanza degli animali domestici per chi è affetto da patologie psichiche

In Italia, e nel mondo, è in continuo aumento il numero di persone che prendono in casa un animale domestico, facendo la felicità dei piccoli… ma anche degli adulti.

E’ stato dimostrato che la presenza di un pet in casa migliora la salute dei bambini, rinforzandone il sistema immunitario, riduce lo stress, favorendo il rilassamento e una gestione dei rapporti più distesa, fa bene, addirittura, al cuore e, insomma, migliora la vita di chi lo accoglie e gli sta accanto.

Ma ci sono casi in cui la presenza di un animale non solo è gradita e benefica, ma anche necessaria. Se solo si pensa alla Pet Therapy o al potere che i quattrozampe (e non solo) hanno sui bambini o sui malati terminali si può intuire quale sia l’importanza di questa condivisione empatica ed emozionale anche per chi soffre di patologie psichiche.

Lo studio

I risultati raccolti dai membri dell’Università di Manchester, e pubblicati sul BMC Psychiatry, si basano su un campione di 54 persone, affette da disturbi psichiatrici e in cura presso i servizi di igiene mentale.Quando è stato chiesto ai partecipanti di valutare l’importanza del proprio entourage, che si trattasse di familiari, attività, hobbies o operatori sanitari, il 46% di loro ha ritenuto gli animali domestici parte integrante del proprio quotidiano e della propria vita e, soprattutto, un valido aiuto per distrarsi e “combattere” i sintomi della malattia.

La presenza di un animale, infatti, stimola l’affettività, l’empatia, la condivisione, senza contare che ritrovarsi a prendersi cura di un piccolo amico fornisce uno scopo, un motivo per alzarsi dal letto tutte le mattine, un ruolo ben preciso all’interno della coppia animale-padrone. Pensieri suicidi, negativi, “voci”, spariscono quando si entra in contatto con questi nostri intelligentissimi amici. Anche la sensazione di potersi controllare, di essere in grado di seguire una certa routine quotidiana, di essere utili a fornire assistenza sicura e impeccabile, è un motivo di positività per queste persone: sentirsi responsabili e, contemporaneamente, idonei a prendersi questa incombenza e questa responsabilità, è motivo di orgoglio e di stimolazione dell’autostima. In fondo, se ci si pensa, avere la consapevolezza di essere affetti da un disturbo psichiatrico non è facile da incassare, come colpo. La svalutazione di sè, la bassa autostima e, in molti casi, anche la possibilità che pensieri negativi e neri invadano la mente, sono dietro l’angolo e, spesso, diventano compagni di vita. Se per tutti, indistintamente, è importante trovare il proprio ruolo e il proprio scopo nella vita, sicuramente per queste persone è ancora più importante; per qualcuno, di sicuro, fondamentale per continuare a vivere e per voler continuare a vivere.

La buona notizia è che gli animali con cui si può scegliere di interagire sono tanti e tutti diversi: ognuno può calibrare le proprie responsabilità in base alla propria disponibilità e alle proprie capacità, donando le proprie attenzioni all’amico più adatto a creare un rapporto empatico, sincero, vero ed eterno.