YourMag » Ecologia » Las Vegas: la più grande città americana ad energia “pulita”
las vegas città ad energia pulita

Las Vegas: la più grande città americana ad energia “pulita”

Las Vegas, la più grande città dello stato del Nevada, in America, è sicuramente famosa in tutto il mondo per essere la capitale del divertimento, dello shopping, del gioco d’azzardo (legalizzato), con alcolici disponibili a tutte le ore e ricercatissimi spettacoli “per adulti”.

Tutte caratteristiche che le hanno fatto guadagnare il soprannome di “Sin City” e che le hanno offerto un ruolo da sfondo, come protagonista, in molti film e serie tv. Eppure, sembra quasi assurdo, ma l’energia su cui oggi si fonda la sua esistenza è completamente pulita.

100% Carbon-Free

Il 19 Dicembre 2016 il sindaco di Las Vegas, Carolyn Goodman, ha dichiarato: “Possiamo vantarci del fatto che questa città, la città di Las Vegas, sia una delle poche al mondo in grado di derivare il proprio intero fabbisogno energetico da fonti energetiche pulite“. 

Tutte le infrastrutture municipali di Las Vegas, infatti, dagli edifici amministrativi all’illuminazione pubblica, sono alimentati da fonti di energia rinnovabili, grazie al Boulder Solar 1, il mastodontico impianto fotovoltaico creato nell’area sud-est del Nevada.

Le eccezioni

Il lungo percorso che ha portato a questo importante risultato era cominciato nel 2008, permettendo alla città, in questo lasso di tempo, risparmi per circa cinque milioni di dollari l’anno, riducendone, contemporaneamente, di oltre il 30% il consumo energetico. Una realtà che si è consolidata non solo attraverso il Boulder Solar 1, ma anche grazie ad impianti geotermici e solari sparsi per la città: l’amministrazione cittadina, insomma, soddisferà al 100% i suoi bisogni, in tema energia, da fonti rinnovabili. Ma ci sono, ovviamente, eccezioni che vanno considerate, come molti edifici residenziali e commerciali, che non si sono ancora conformati a questi standard.

La lettera a Donald Trump

Las Vegas è, insomma, ad oggi, non solo “The Entertainment Capital of the World“, ma anche la più grande città americana ad affidarsi completamente alle energie pulite; tutto questo ha ispirato 48 sindaci a firmare una lettera aperta, indirizzata al neo Presidente Donald Trump, per sollecitare e avvantaggiare l’impegno della lotta ai mutamenti climatici, nelle città che rispettivamente rappresentano, intrapreso, in ogni caso, con o senza la disponibilità e l’aiuto del governo federale.

Un’iniziativa veramente forte e caparbia, da cui dovrebbero prendere esempio non solo molte altre città d’America, ma del mondo intero.

In Italia, ad esempio, la cultura del rinnovabile è ancora poco diffusa, poco attuabile rispetto a molti altri Paesi (soprattutto del Nord Europa) e poco incentivata sia moralmente che economicamente dalle risorse disponibili e dalle amministrazioni.

Che la realtà di “Sin City” possa essere d’esempio e un’eco che rimbombi all’interno di tutte le maggiori città e metropoli del globo: cambiare è sempre possibile, non è questione di possibilità ma di volontà.