YourMag » gossip » La triste scoperta di Elena Santarelli: “Una diagnosi che non vorresti mai sentir pronunciare”

La triste scoperta di Elena Santarelli: “Una diagnosi che non vorresti mai sentir pronunciare”

In queste ore, una notizia virale sta facendo il giro del web. Purtroppo non una di quelle notizie belle e leggere che ci piacciono tanto. La protagonista di questa vicenda è la showgirl Elena Santarelli. 

E’ stata la stessa Elena Santarelli a sfogarsi con un lungo post sui social riguardo alla triste, tristissima situazione che ha colpito la sua famiglia. Nonostante voci non ufficiali stessero circolando da qualche giorno, lo hanno deciso loro stessi di rendere invece ufficiale e pubblica questa triste notizia.

Elena Santarelli è sposata con Bernardo Corradi. Insieme hanno dato al mondo il frutto del loro amore: Giacomo, oggi 8 anni. Da qualche settimana però, la vita di Elena e Bernardo è cambiata radicalmente. Il loro piccolo Giacomo è malato.

Il 30 novembre è come se io e mio marito avessimo ricevuto un pugno nello stomaco senza preavviso ,un pugno così forte che ti toglie il respiro e ti gela il corpo all’istante. Ho sempre pensato che quando diventi mamma o papà sei automaticamente impotente, nel senso che non puoi mai proteggere i tuoi figli da tutto e tutti, che prima o poi la mamma e il papà si sentono disarmati, e così quella sera si è materializzato questo pensiero, una diagnosi che un genitore non vorrebbe mai sentirsi pronunciare dai medici ma con cui abbiamo dovuto cominciare a farci l’abitudine”.

La 36enne, ha voluto inoltre ringraziare pubblicamente anche tutto lo staff del reparto di neuro chirurgia dell’ospedale Bambin Gesù di Roma. “Non voglio entrare nei particolari ma voglio solo dire grazie a tante persone, incominciando dal dottor Marras e a tutta la sua equipe, alla dottoressa Angela Mastronuzzi (per noi diventata solo ‘Angela’) a tutto il gruppo di infermieri del bambin Gesù che amorevolmente ci hanno seguito, al nostro pediatra e amico il Prof.luigi Giannini, al dott. Savastano che intuì insieme al mio istinto materno che bisognava andare a fondo”.

Dopo la terribile notizia, ora c’è solo da rimboccarsi le maniche e pregare, pregare sempre. Noi, tutti con voi.