YourMag » Psiche » Istinto e razionalità: una lotta a volte sorprendente
Istinto e razionalità: una lotta a volte sorprendente

Istinto e razionalità: una lotta a volte sorprendente

Se nella celebre vicenda narrata da Apuleio la mortale “Psiche” si innamora del Dio dell’Amore, Cupido, nella vita di tutti i giorni, invece, istinto e razionalità si scontrano e non sempre riescono a collimare. Ma chi dovremmo considerare più affidabile?

Si dice che “non sapere nulla è meglio di sapere poco“, poiché avere blande informazioni offusca il giudizio istintivo che, nella maggioranza dei casi, è quello più veritiero. Dovremmo quindi lasciar perdere completamente il pensiero razionale?

La mente… mente!

Quante volte ci ritroviamo davanti a situazioni, persone o bivi, completamente disorientati ed incapaci di prendere decisioni definitive.

Un parere importante da fornire su qualcosa, un partner che non siamo sicuri faccia al caso nostro, un’offerta di lavoro allettante che ci domandiamo se valga le dimissioni dall’impiego attuale… quanto risulta difficile incanalarsi in una direzione definita, in questi frangenti? Si spendono ore, notti insonni, giornate intere cercando di trovare tutti i pro ed i contro, di analizzare la faccenda sotto tutti gli aspetti possibili, cercando di trovare la soluzione ad un enigma di vita che potrebbe, potenzialmente, cambiare l’intero corso della nostra esistenza.

Ma razionalizzare è davvero la chiave di tutto?

E, soprattutto, quando cerchiamo di razionalizzare lo facciamo veramente o non facciamo altro che portare credibilità alla decisione che, in cuor nostro, sappiamo di aver già preso? Ancora, può capitare che temiamo così tanto “il rischio” del cambiamento che la nostra razionalizzazione ci veicola verso la solita, standard zona di comfort. Insomma, sembra proprio che la mente sia in grado di mentire!

C’è un celebre aforisma del cantante Bob Marley che può spiegare benissimo questo tipo di situazioni: “Quando ti trovi davanti a due decisioni, lancia in aria una moneta. Non perché farà la scelta giusta al posto tuo, ma perché nell’esatto momento in cui la moneta è in aria, saprai improvvisamente in cosa stai sperando“. Di cosa si parla qui? Di cuore ed istinto!

Lasciare la zona di comfort

Un capo che ci tratta male, un partner che non valorizza il tempo passato insieme, una situazione che ci provoca disagio o un’improvvisa necessità di scegliere tra due opzioni per poter proseguire il cammino: quanto può essere gravoso sentirsi pressati da un’incombenza del genere? E quanto può essere difficile fare, letteralmente, la scelta giusta?

A volte si è così abituati a vivere in determinate condizioni, per quanto spiacevoli, che anche prendere il coraggio di cambiare tutto per dare un input di positività alla propria vita può essere complicatissimo: restare nella zona di comfort, per quanto sia “inquinata” e tossica, è sempre più facile.

Ma l’istinto ci parla sempre.

A volte ci tormenta addirittura: durante il sonno, durante un pianto, durante un momento in cui rimaniamo male per qualcosa; in realtà, dentro di noi, false razionalizzazioni a parte, conosciamo sempre la verità.

Quello che bisogna imparare a fare è dircela ad alta voce, ascoltarla e metterla in pratica!