YourMag » Viaggi » Irlanda terra di Druidi, gnomi e vichinghi

Irlanda terra di Druidi, gnomi e vichinghi

Ovviamente sono personaggi nati dalla fantasia popolare e forse sono stati proprio loro a influenzare lo scrittore Clive Staples Lewis, nato a Belfast e ideatore delle Cronache di Narnia. La prima tappa di un viaggio tra storia e leggende in Irlanda, non può che essere Belfast. Dove potrete anche ripercorrere i passi che hanno portato alla costruzione del Titanic.
Da Belfast si può poi proseguire verso Tara Hill, a 40 km da Dublino, in cui si possono visitare i resti di fortificazioni celtiche.

I Celti arrivarono in Irlanda tra il 300 a.C e il I secolo a.C. da differenti zone d’Europa, ai quali subentrarono poi i Gaeli, la cui eredità è apprezzabile nelle isole Aran, a largo della baia di Galway dove la lingua gaelica è ancora quella parlata dagli anziani del luogo. I Celti furono poi convertiti dal Santo protettore della cattolica Irlanda: San Patrizio. Il 17 marzo di ogni anno si celebra questa figura con festeggiamenti, a dire il vero, poco adatti alla figura di un santo.

Galway ireland

Le città e i pub si riempiono di festanti alticci. Il periodo per divertirsi di più a Dublino è proprio quello che contiene tale ricorrenza.
Infine bisogna ricordare che l’Irlanda fu soggetta ad incursioni da parte dei vichinghi, che qui crearono diversi insediamenti, fra cui proprio il nucleo della città di Dublino.
Nei pub di Dublino non è insolito che, insieme ai piatti semplici e alla caratteristica birra, si possa assistere a spettacoli di musica folk.