YourMag » Famiglia » Influenza bambini: come aiutarli a stare meglio
come curare l'influenza nei bambini

Influenza bambini: come aiutarli a stare meglio

L’influenza è arrivata, ormai, al suo momento di maggiore diffusione, non solo tra gli adulti ma anche tra i bambini. L’epidemia ha raggiunto il suo apice proprio in questi giorni di festa.

Secondo gli ultimi dati forniti da Influnet del Sistema di sorveglianza dell’Istituto superiore di Sanità i casi di influenza sui bambini sono in aumento.

Nelle ultime settimane i casi in tutta Italia sono circa 150 mila, con un’incidenza di 2,34 casi ogni 1000 cittadini. L’incidenza, poi, aumenta a 5,86 nei bambini da 0 a 4 anni ed a 3,64 nella fascia da 5 a 14 anni. Dati che potrebbero aumentare nel corso delle prossime settimane.

Cosa fare e cosa evitare se il bambino ha l’influenza

sintomi che colpiscono i bambini sono quelli classici: febbre, dolori muscolari, spossatezza, tosse e raffreddore. A casi di influenza vera e propria, poi, si mescolano anche quelli delle sindromi parainfluenzuali, che presentano dei sintomi più lievi. Allora, che cosa fare e che cosa, invece, è meglio evitare se il vostro bambino viene colpito dall’influenza per alleviare i sintomi e per farlo stare meglio?

Come far scendere la febbre

Per far abbassare la temperatura si può ricorrere ai rimedi della nonna: latte caldo con il miele prima di andare a dormire. Il latte è un ottimo antidoto per la tosse ed il miele per il mal di gola.

Per liberare il naso chiuso

L’influenza può provocare una congestione nasale nei bambini e questo è uno dei sintomi più fastidiosi. Per liberare il naso è opportuno fare dei lavaggi nasali con acqua salata, seguendo le prescrizioni del pediatra. I lavaggi nasali sono essenziali per liberare le vie respiratorie.

Fare bere il bambino

E’ indispensabile che il bambino beva molta acqua e a piccoli sorsi e che si idrati il più possibile. Inoltre l’acqua è il migliore mucolitico naturale, quando c’è molto catarro e la tosse è grassa.

Non dare antibiotici e supposte

L’influenza 2016/2017 che colpisce i bambini ha una natura virale e, quindi, l’uso dell’antibiotico è inutile. Come è meglio evitare l’uso del paracetamolo in supposte perchè potrebbe alterare l’equilibrio intestinale. Ovviamente tutto questo è valido, se non ci sono indicazioni diverse da parte del pediatra, che deve essere sempre consultato, soprattutto, quando la febbre è molto alta e non accenna a diminuire.

Non mettere prodotti profumati in casa

E’ bene evitare di utilizzare questi prodotti, come candele profumate o deodoranti per la casa, perchè potrebbero provocare broncospasmi.

Non forzatelo a mangiare

Se il piccolo non se la sente di mangiare, non forzatelo. Appesantirlo, infatti, non è consigliabile quando, a causa dell’influenza, anche l’apparato digerente non è in piena efficienza. Dategli poco cibo ma che sia sostanzioso. Sì, certamente, a frutta ed alla vitamina C, quindi, una spremuta d’arancia è l’ideale per velocizzare la guarigione.