YourMag » Vita di Coppia » Il Tradimento
Tradimento

Il Tradimento

In una coppia può sempre capitare che uno dei due tradisca l’altro: il tradimento è un evento traumatico che spesso decreta la fine di un amore. Ma è possibile prevederlo?

Quando si viene traditi dal proprio partner, non esistono giustificazioni in grado di farci concepire il perdono. In genere deve passare molto tempo prima che un tradimento venga dimenticato; in alcuni casi questo non accade mai. Forse si potrebbe razionalizzare un argomento così spinoso sapendo che, secondo gli scienziati, ci sono persone naturalmente predisposte al tradimento. Questo ovviamente non vuol dire che possiamo sapere al cento per cento se un partner ci sarà fedele o meno, ma solo che possiamo intuire con un buon margine di probabilità se il nostro lui, o lei, è predisposto alle infedeltà.

Il desiderio sessuale in natura
Ogni essere umano prova pulsioni sessuali. Questo è legato alla necessità di riprodursi, che in natura possiede ogni specie animale. Però è anche vero che ci sono persone che hanno appetiti sessuali più accesi e marcati rispetto ad altre. Secondo gli scienziati questo si lega all’autocontrollo.
L’autocontrollo è un condizionamento mentale che imponiamo a noi stessi quando raggiungiamo l’età adulta: ci sono tantissime situazioni che possiamo vivere quotidianamente che richiedono la capacità di frenare e controllare i propri impulsi istintivi. Ad esempio, ci sono volte in cui vorremmo rispondere male ad un capo, ma non lo facciamo; oppure ci piacerebbe colpire qualcuno che ci ha fatto arrabbiare, ma restiamo calmi.

L’autocontrollo sessuale
Per il sesso subentra lo stesso meccanismo. Gli animali non conoscono il concetto di fedeltà, tranne in alcuni rari casi. Solo l’uomo ha invece elaborato il concetto di fedeltà nei confronti del compagno e della compagna; provare istinti sessuali anche verso altri soggetti è quindi del tutto innato. A questo punto subentra quindi l’autocontrollo, ovvero la capacità di controllare le pulsioni sessuali indirizzandole solo verso il legittimo partner.
Ciò significa che una persona che prova desiderio più delle altre deve lavorare molto sulla sua capacità di autocontrollo, al fine di non diventare un partner infedele e poco affidabile. Viceversa, chi ha un compagno che non sa controllare le proprie emozioni e reazioni deve fare molta attenzione, perchè potrebbe essere un potenziale traditore. 

Dopo un Tradimento è possibile fidarsi ancora?
Il perdono dopo che si è state tradite è complesso da interpretare e soprattutto da vivere. Riguarda un passaggio psicologico molto delicato, che si gioca nelle profondità di ognuna ed è estremamente soggettivo.
Parlarne risulta piuttosto complicato, di certo, però, perdonare non significa sopportare, che è quello che avviene di solito quando un tradimento da parte del partner ferisce profondamente la persona e la relazione sentimentale. Di fronte a un evento di questo tipo si possono avere reazioni molto differenti, ma se la persona tradita decide di non interrompere la relazione e di stare ancora insieme all’altro, deve riuscire a trovare il modo giusto per elaborare la situazione. Altrimenti il rischio, conseguente al tradimento, è quello di una sofferenza estenuante che nel tempo può alterare ancor più in profondità il rapporto, logorandolo e spingendo verso comportamenti che mai si sarebbero messi in atto.
Se si crede di aver perdonato la scappatella del partner e poi si comincia a investigare su di lui, controllando tutte le sue azioni e ogni aspetto della sua vita con il timore di trovare qualche indizio, significa che il perdono è solo apparente, che il tradimento non è stato accettato e che non è stato possibile voltar pagina: chi è stato tradito continua a non voler leggere la realtà di coppia, le difficoltà che questa porta con sé e il segno lasciato dal tradimento. In più la fiducia verso il partner è ormai venuta meno, molto probabilmente insieme alla possibilità di un dialogo vero e produttivo.

Tradire col pensiero e farlo fisicamente è diverso o sempre di tradimento si tratta?
La caratteristica principale del tradimento è l’enorme dolore provato da chi è tradito, se anche un tradimento solo “pensato” determina una grande sofferenza nel partner, allora le differenze tra l’infedeltà compiuta e quella solo fantasticata tende ad assottigliarsi. Ma si entra in un campo estremamente soggettivo, nel quale non è possibile dare risposte categoriche.

Come superare la crisi del tradimento?
Dopo la rabbia, la tristezza e i mille pensieri che che passano nella testa di chi affronta un tradimento, è fondamentale trasformare questa situazione, facendo qualcosa di concreto che aiuta a superare il tradimento ed eventualmente ristabilisce un nuovo equilibrio di coppia.
Quasi mai si cerca di capire le motivazioni di un gesto così lesivo della coppia e i sentimenti immediati portano a rompere un rapporto che magari dura da anni. Le reazioni immediate di chi scopre qualcosa di deludente sono comprensibili e in alcuni casi la rabbia è la giusta moneta per ripagare chi da sempre ha avuto l’abitudine di mentire e ingannare il proprio partner.