YourMag » Sessualità » Il sesso rivelatore d’amore
Il sesso rivelatore dell'amore di un uomo

Il sesso rivelatore d’amore

Il sesso può essere un veicolo d’amore o una fredda esternazione di un’esigenza fisica. Non c’è nulla di sbagliato ma, per molte donne, il problema è proprio carpire la chiarezza delle intenzioni.

I tempi sono cambiati ma le nostre menti, a volte, faticano a stare dietro a questa evoluzione, restando ancorate al passato, quasi in una perenne fase ancestrale.

I film, i romanzi, i racconti delle amiche sono testimoni di storie completamente free, disinibite, slegate dalla sentimentalità, dove l’attrazione carnale domina e di “amore” si parla molto poco.

Uno sdoganamento sociale che, per la donna, è relativamente recente, mentre per l’uomo è sempre esistito, sin dalla notte dei tempi.

Proprio per questo siamo abituate, da sempre, a guardarci le spalle, a interrogarci, cercando di non rimanere deluse quando, tra le lenzuola, ci abbiamo messo anche il cuore.

Come fare, quindi, a capire se l’uomo che stiamo frequentando, o che magari abbiamo visto solo una volta, è sentimentalmente coinvolto o è a caccia di prede?

I segnali da non lasciarsi sfuggire

Da sempre le donne si interfacciano con la paura di incontrare uomini disinteressati, il cui unico scopo è collezionare prede da letto.

Ma quali sono, allora, i segnali a cui affidarsi per cercare di capirci qualcosa in più?

Innanzitutto è fondamentale essere obiettive: molti uomini, soprattutto nella fase di conquista, sarebbero capaci di ingannare anche le donne più sveglie ed intelligenti. Questo spesso accade perché non diamo retta al nostro sesto senso, al nostro impeccabile fiuto, insomma, per dirlo in una parola, al nostro subconscio.

A meno che non si è cadute nella trappola di qualche narcisista patologico, infatti, è piuttosto semplice rendersi conto, da sole e sin da subito, di come stanno le cose: basta averne voglia e non mentire a se stesse!

Inoltre, quando ci incontriamo con un uomo per la prima volta e lui sembra puntare subito al “sodo”, senza troppi preliminari e senza creare alcun tipo di atmosfera, scartando la velata ipotesi di un’attrazione fatale, a cui, però, dovrebbero far seguito delle attenzioni almeno successivamente al rapporto, bisogna drizzare subito le antenne.

Riguardo all’atto in sé, gli uomini che lasciano poco tempo ai preliminari o all’aftersex, in genere, sono poco coinvolti: questo significa che non ci sono lunghi baci, carezze, momenti a due lontani dalla penetrazione, né prima né dopo il compimento dell’atto sessuale; se manca anche la voglia di guardare un film insieme, di spendere un po’ di tempo a chiacchierare, fosse anche ancora distesi tra le lenzuola, un po’ imbarazzati ma ancora vicini, allora non c’è dubbio che quello che ci si ritrova davanti sia qualcuno che, molto probabilmente, il giorno dopo non richiamerà o, peggio, si farà risentire con una scusa soltanto per reiterare l’incontro sessuale.

Attenzione a non auto ingannarvi

Attenzione a non cascarci… un uomo che sparisce per una settimana e poi vi richiama soltanto per un altro incontro di letto è molto difficile che sia interessato alla vostra persona!

Morale, se anche voi siete in cerca di incontri senza coinvolgimenti sentimentali, accettate pure qualunque condizione vi si presenti e vi stuzzichi la fantasia, altrimenti, se dovete lasciarci il cuore, meglio tagliare i ponti al più presto!

Rischiereste solo di sbarrare la strada a qualcosa di migliore.