YourMag » Viaggi » Idee per un week end romantico in Sardegna

Idee per un week end romantico in Sardegna

Vivere un week end romantico in Sardegna con il proprio compagno significa condividere le emozioni che questa terra splendida trasmette e conservarle per sempre nel cassetto dei ricordi più belli.
Il fascino antico di Carloforte
Sull’isola di “San Pietro”, si trova Carloforte, uno dei borghi più romantici d’Italia.
Tra tortuose vie ricche di edicole votive, a Caloforte si respira l’autenticità di un luogo fondato da pescatori genovesi nel XVIII secolo: anziani che raddobbano le reti e intrecciano le nasse alle porte di case colorate o di antichi palazzi del XVIII e del XIX secolo.
Si rileva di una piacevolezza unica condividere con l’uomo che si ama una passeggiata all’ora del tramonto sul grazioso lungomare tra oleandri e ficus, tra il vociare sommesso della gente interrotto dal ragliare di asinelli o dal verso dei fenicotteri che abitano le vicine e antiche saline, per poi gustrasi una cenetta romantica a base di tonno rosso, il must del luogo.
E dopo aver ammirato le antiche mura ottocentesche con la “Porta Leone” sormontata da una testa leonina a simboleggiare la forza del vento, non può mancare una visita al “Faro di Capo Sandalo“, sulla costa opposta, posto su una scogliera a strapiombo avvolta dalla lussureggiante vegetazione, dalla cui sommità, la spettacolare vista dove cielo e mare si fondono, rimarrà per sempre nel cuore.

weekend romantico in sardegna

Fuga romantica tra le rovine di Nora
Il romanticismo sgorga anche dalla vita e dagli amori che furono.
A due passi dalla cittadina di Pula, si trova uno dei siti archeologici più belli d’Italia: le “Rovine di Nora“, una commistione di vestigia di epoca fenicia, cartaginese e romanica, lambite da un mare che in parte le ha quasi sommerse, offrendo agi immersionisti scorci da favola.
Al tramonto, che ammanta il mare di sfumature aranciate, le rovine assumono una connotazione onirica: ci si ritrova passeggiare romanticamente tra i resti del foro e delle terme adornate da meravigliosi mosaici, tra il “Tempio di Esculapio” e il teatro sino ad arrivare alla necropoli del VII a.C. posta su una collinetta panoramica.
Molti dei reperti qui ritrovati, come gioielli in osso e in oro e manufatti in vetro, sono conservati nel “Museo Archeologico G. Pedroni” a Pula, provvisto come molti edifici in paese di una bella corte antistante.

La preziosa Nebida

Nebida è un antico paese minerario del Sulcis che sorge sulla costa “più antica d’Europa”, dichiarata patrimonio dell’UNESCO, e nato nell’800 per sfruttare le miniere di piombo e di zinco della zona: tra le molte grotte scavate per l’estrazione, merita una visita la spettacolare “Grotta di Su Mannau” con laghetti color smeraldo incastonati tra le cavità.
Ma è il “belvedere” del paese che renderà indimenticabile il week end con il vostro compagno, dal quale si potranno ammirare gli imponenti cinque faraglioni di cui il famoso “Pan di Zucchero”. Imperdibile poi la vista da “Porto Flavia”, una miniera del 1924 che ha uno sbocco proprio a precipizio sul mare.