YourMag » Moda » I tabù sdoganati dalla moda
I tabù sdoganati dalla moda

I tabù sdoganati dalla moda

Diciamoci la verità: ci sono tabù nella moda che si tramandano di generazione in generazione. Eppure, quest’anno, sono stati in gran parte sdoganati. Curiose di sapere quali?

Ci sono “tradizioni” in fatto di moda che si sono tramandate così a lungo da divenire quasi silenti, come scontate, di madre in figlia.

Per alcune di loro sono nati persino degli adagi; per esempio, al Sud Italia si è sempre detto “rosso e rosa neanche il diavolo si sposa” oppure “rosso e celeste neanche il diavolo si veste“. Beh, che piaccia o no, molti di questi tabù sono stati sdoganati. Andiamo a vedere quali.

Colori

Ebbene sì, l’accostamento più evitato di tutti i tempi diventa moda: il blu e il nero. Li abbiamo visti abbinati insieme sulle passerelle, in tv, persino dal divulgatore Alberto Angela, che sceglie spesso outfit in queste tonalità.

Anche il rosso e il rosa insieme fanno tendenza adesso, avendo cura di scegliere bene accostamenti che facciano contrasto, tipo un rosso scarlatto o ciliegia con un rosa confetto, antico o, al contrario, fluo o verso lo shocking.

E il total white? Quante volte abbiamo preso in giro qualcuno che sfoggiava un abbigliamento completamente candido, dandogli del gelataio o dell’imbianchino? Ora, per la legge del contrappasso, questa mise diventa non solo trendy ma, ironia della sorte, anche estremamente elegante, minimal e raffinata.

Fanno marcia in avanti anche i colori militari (in scale di grigi e verde). Anzi, si possono osare anche su gonne e tacchi a spillo, oltre che sui “soliti” anfibi e pantaloni androgini.

Abbinamenti

Amate le stampe e le fantasie particolari? Ora potrete davvero sbizzarrirvi.

Ricordate quella regola per la quale “le righe non vanno con i pois”? Ecco, dimenticatela. La parola d’ordine quest’anno è trasgredire: quindi, se volete potrete abbinare e miscelare più motivi, stando semplicemente attente al fatto che ci sia almeno un colore a fare da “collante” per tutto l’outfit; questo aiuterà a dare armonia all’insieme.

Anche il vecchio adagio scarpe e borsa perde importanza: possono essere sempre di colori e fantasie diverse, senza più alcun “obbligo” di trend. Un po’ come i bikini, che si sfoggiano, ormai, anche in due pezzi completamente diversi in colore: qualcosa che, solo fino a pochi anni fa, sarebbe stata pura fantascienza.

Stili

Anche la tipologia di stili si è evoluta: molto più boyfriend e over-size, libertà assoluta nella scelta delle scarpe (tacco 12 o ballerine fa lo stesso, purché ci si senta a posto con se stesse e con il proprio Io interiore), sneakers e T-Shirt abbinate praticamente con tutto, anche abiti eleganti e persino tailleur.

In più, addio a toppe e jeans da portare in sartoria: l’evidente trend è, ovviamente, tutto strappi.

L’intimo va in bella vista, colorato come si preferisce, con bordini e spalline che fuoriescono dagli abiti senza alcun problema: persino i collant verranno indossati con i sandali.

Anche la pelliccia è stata infine riesumata dagli scaffali più alti del guardaroba prediligendo, ovviamente, modelli eco e sintetici: grazie allo sviluppo della moda etica ce ne sono disponibili di bellissime e morbidissime. Unica nota, stare attente a come le si abbina: per evitare l’effetto vamp, meglio accostarle a leggins, jeans o, al più, pantaloni di pelle.