YourMag » Famiglia » Figli e lavoro a casa: sono conciliabili?
mamma al pc con bambino

Figli e lavoro a casa: sono conciliabili?

Conciliare il ruolo di mamma con quello di donna che lavora fuori casa, ma pure in casa, non è sempre facile, anzi può essere anche molto faticoso.

Tantissime donne, giustamente, hanno il desiderio di lavorare e di non essere solo madri. I motivi sono tanti, da quelli più futili a quelli più importanti.

Si ha il desiderio di avere un lavoro fuori casa per frequentare altri adulti e avere la possibilità di conversare e confrontarsi con loro o, semplicemente, si ha l’esigenza di uscire da casa. Perché, bisogna ammetterlo, pur amando alla follia i propri figli, passare 24 ore in casa con loro, tutti i giorni, non è sempre semplice e la voglia di evadere c’è.

Figli e lavoro a casa: ecco come riuscirci e vivere serene

Altri motivi, non affatto trascurabili, per cui una donna decide di lavorare sono quelli di contribuire alle spese della famiglia o di essere autonoma economicamente, sia che viva in coppia sia che sia una madre single. Ma è veramente possibile riuscire a fare la mamma e lavorare in casa? Senza dubbio sì, basta seguire qualche piccola regola.

Lavorare in modalità home office, si può

Lavorare con i bambini in casa è possibile, è importante però tenere presenti alcune cose. La più importante, senza dubbio, è capire che non si può lavorare con i bambini che giocano e scherzano nella stanza accanto. Il modo migliore per fare un buon lavoro, infatti, è mettersi all’opera quando i bimbi sono fuori, magari con i nonni o con la baby sitter, oppure dormono e quindi la sera. In questo modo sarete veramente concentrate sulle cose da fare e non avrete alcuna distrazione. Così, sarà possibile anche uscire, andare agli appuntamenti o, ancora, incontrare i colleghi e occuparsi di progetti che hanno una scadenza a breve termine. È fondamentale, dunque, cercare di tenere separate la vita lavorativa con quella familiare, la vita di donna che lavora da quella di mamma. Questo vuol dire che è necessario scegliere dei momenti per stare solo con i propri figli e non fare altro, e dei momenti dedicati esclusivamente alla vostra attività professionale. Certamente non è sempre possibile farlo, ma è bene provarci e tentare di mettere dei confini tra il lavoro e la famiglia.

Gli spazi di co-working, un’altra possibilità per le mamme che lavorano

In alcuni Paesi, si stanno diffondendo i cosiddetti spazi di coworking. Si tratta di una sorta di “uffici” in cui le donne possono lavorare insieme ai loro colleghi, mentre in un ambiente adiacente i loro bambini vengono accuditi e intrattenuti da personale qualificato e fidato. Purtroppo, in Italia non ci sono ancora molti spazi di co-working dedicati alle mamme, anzi in realtà gli esempi sono davvero pochi e incentrati nelle principali città. Confidiamo, però, che la situazione si evolva rapidamente, per dare spazio a tutte le donne che desiderano affermarsi sia nella carriera sia nella famiglia, senza dover per forza sacrificare uno dei due aspetti.