YourMag » Casa » Festa nazionale del gatto: una giornata tutta per il vostro micio
festa nazionale gatto l'animale domestico più amato

Festa nazionale del gatto: una giornata tutta per il vostro micio

A febbraio non c’è solo S. Valentino, la festa degli innamorati, ma, tre giorni dopo, il 17 febbraio, c’è un’altra festa dedicata all’amore, quello per i gatti.

Il 17 febbraio è la festa nazionale del gatto, istituita nel 1990, quando la giornalista Claudia Angeletti ha lanciato un referendum ai lettori della rivista “Tuttogatto”, per stabilire un giorno da dedicare ai felini.

A vincere è stata la data del 17 febbraio, giorno in cui gli amanti dei gatti possono dedicarsi al loro animale preferito. Il gatto è l’animale domestico più amato al mondo e, secondo i dati forniti dall’Eurispes, i gatti che vivono nelle case degli italiani sono circa 7 milioni e mezzo.

Festa nazionale del gatto: l’animale più amato dagli italiani. Ecco come curarlo

I gatti domestici in Italia sono moltissimi e, spesso, sono considerati come dei veri e propri componenti della famiglia. Nonostante il gatto sia più autonomo del cane, ha bisogno di cura e di attenzione e deve essere gestito con dolcezza e si deve cercare di scoprirne il carattere, proprio come se fosse un bambino. Ecco, allora, qualche consiglio per gestire al meglio il vostro micio.

Come dargli la pappa

E’ fondamentale abituare il gatto a mangiare ad orari fissi ed in luoghi fissi; all’inizio, potrà essere un po’ faticoso, ma con un po’ di pazienza si abituerà presto.

Non rimproveratelo troppo

Con i gatti è importante usare la gentilezza. Se lo trovate in un posto in cui non dovrebbe stare, comportatevi con lui come se fosse un bambino: cercate di distrarlo, per farlo allontanare, o spostatelo con gentilezza, facendogli, magari, qualche carezza sulla schiena. Allo stesso modo, se fa i suoi bisogni fuori dalla lettiera non usate le maniere forti, ma mettetela in un posto in cui possa usarla tranquillamente.

Non strapazzatelo di coccole

La dolcezza e la gentilezza sono fondamentali nel rapporto con un gatto ma non si deve esagerare: non dategli troppi baci e, invece di chiamarlo troppo spesso con il suo nome, usate un vezzeggiativo quando lo coccolate.

E’ tempo di manicure

E’ essenziale per il gatto farsi le unghie. Per evitare che rovini divani e poltrone, dategli tronchetti d’albero, tavolette di legno o scatole di cartone: renderete felice lui, e salvaguarderete i mobili di casa.

Festa nazionale del gatto: perché il 17 febbraio?

La data del 17 febbraio, sia per quanto riguarda il giorno che per quanto riguarda il mese, ha diversi significati. Febbraio è il mese dell’Acquario, considerato il segno degli spiriti liberi, come lo sono i gatti; inoltre, secondo vox populi, è il mese dei gatti e delle streghe. Parlando poi di magia e di superstizione, il 17 è stato sempre considerato un numero che porta sventura. Questa cattiva nomea del 17 deriva dall’anagramma del numero romano XVII, 17 appunto, che diventa VIXI, che significa “sono vissuto” e , quindi, “sono morto”. Questo non vale però per i gatti, cui, la leggenda, attribuisce più di una vita: il significato del numero 17 diventa così “1 vita per 7 volte”.