YourMag » Sessualità » Fast Sex: quando il sesso diventa veloce e trasgressivo
Fast Sex: quando il sesso diventa veloce e trasgressivo

Fast Sex: quando il sesso diventa veloce e trasgressivo

Le gioie del sesso sono tantissime e variegate, cambiando a seconda delle persone coinvolte, dell’atmosfera, della chimica e della specificità della situazione: perchè la sessualità non è solo “slow”.

Riguardo al sesso ci sono milioni di pareri, scuole di pensiero e gusti diversi: c’è chi lo preferisce lento, con i preliminari e le coccole after sex, chi pratica il sesso tantrico, chi ha gusti particolari e chi si dedica solo a rapporti “mordi e fuggi”, al Fast Sex, quella che, in gergo, viene comunemente chiamata “sveltina”.

Pro e contro del Fast Sex

È importantissimo imparare a non vedere le cose solo bianche o nere: anche gli amanti dello Slow Sex possono dedicarsi, ogni tanto, a rapporti più veloci e trasgressivi; potrebbero rimanerne piacevolmente sorpresi.

Questo perché, se da un lato un rapporto lungo e con tutti i “crismi” risulta, soprattutto per la donna, più appagante a livello fisico, un momento di Fast Sex regala emozioni diverse, più intense e forti, legate alla trasgressività e all’atmosfera completamente diversa in cui l’amplesso si origina.

Dobbiamo infatti pensare che una nottata d’amore ha presupposti del tutto differenti da una sveltina, che può avvenire improvvisamente, in qualunque luogo e con chiunque, partner o amanti occasionali, dando spazio all’istinto animale del momento.

Ed è proprio questa adrenalina che molti cercano, fuori dalle regole del “solito sesso”.

I risultati di una ricerca scientifica

Le preoccupazioni maggiori riguardo alla soddisfazione di un rapporto sessuale riguardano sempre le donne: in molti sono convinti che la mancanza del raggiungimento dell’orgasmo decreti una cattiva performance sessuale. In realtà tutto questo vale più al maschile poiché, per la sfera femminile, sono la componente emozionale e quella psicologica a dominare la scena.

Questo ha confermato i risultati di uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università della Pennsylvania (Penn State), che ha stabilito che un incontro sessuale che duri dai 3 ai 13 minuti ha tutte le carte in regola per essere pienamente soddisfacente, per uomini e donne; in più, un rapporto troppo breve, secondo i sondaggi, avverrebbe entro due minuti mentre uno troppo lungo si protenderebbe verso i 30.

Qualche raccomandazione

Se una sveltina ha tutte le caratteristiche per eccitare e soddisfare, però, non bisogna dimenticare di fare attenzione alle cose importanti, come sempre.

Fondamentale è che il luogo scelto sia pulito, che si utilizzino metodi contraccettivi per evitare gravidanze desiderate e, se si tratta di rapporti occasionali, per eliminare il rischio di malattie, prediligendo, in questo caso, l’utilizzo del preservativo.

Inoltre, è bene anche tenere presente che, in luoghi pubblici, si può rischiare una denuncia per atti osceni: meglio quindi sempre appartarsi in luoghi “a prova di sguardi indiscreti”, in modo da dedicarsi con più tranquillità all’amplesso, contemporaneamente mantenendo quella sensazione adrenalinica di trasgressività che tanto fa bene al sesso.