YourMag » Famiglia » Famiglia: padri agèe hanno figli più geek
Famiglia: padri agèe hanno figli più geek

Famiglia: padri agèe hanno figli più geek

Essere figli di un padre non giovane ha dei vantaggi: gli uomini più vecchi fanno figli più geek. Per geek si intendono bambini e, poi adulti, con una intelligenza superiore alla media.

Secondo uno studio portato avanti dal “King’s College London” i padri più in là negli anni hanno maggiori probabilità di generare figli portati nelle discipline tecnologiche e scientifiche.

Nascere da un padre di una “certa età”, quindi, non rappresenta solo un fattore di rischio per i figli, perché fa aumentare la probabilità che sviluppino sindromi molto gravi, come l’autismo e la schizofrenia, ma può anche offrire loro grandi potenzialità.

Chi nasce da un padre in là negli anni ha più probabilità di avere un quoziente intellettivo più alto

Lo studio fatto dal College di Londra, dunque, ha sfatato il pregiudizio che il “padre-nonno” possa rappresentare un limite e un problema, ma al contrario ha rivelato che può essere una marcia in più per il nascituro.

Lo studio del “King’s College London”

La ricerca inglese ha preso in considerazione quasi 8 mila gemelli per studiarne l’indice geek. Nello studio sono stati coinvolti anche i genitori dei bambini. Papà e mamma hanno compilato un questionario attraverso il quale hanno dovuto dare un giudizio sul grado di socialità dei loro figli ed anche su quanta passione nutrano per i loro interessi. I gemelli, invece, hanno completato dei test per misurare il loro quoziente intellettivo non verbale.

I risultati dello studio londinese

I risultati dello studio hanno dimostrato che chi è nato da un padre più “vecchio” ha un indice geek più alto rispetto a chi ha un papà più giovane. Per l’esattezza, come ha affermato Magdalena Janecka, a capo della ricerca, il valore geek è di di 39,6 per i figli dei venticinquenni o di chi è più giovane, di 41 per i figli di uomini che hanno un’età compresa tra i 35 e i 44 anni e di 47 per i figli di chi ha 50 anni o è anche più grande. Inoltre lo studio ha rivelato che nei figli maschi l’indice geek è più evidente rispetto alle figlie femmine, il valore è più alto di 1,5 punti ogni 5 anni extra di età del padre.

Quali sono le cause

L’indice geek, però, non dipende esclusivamente da fattori ereditari: solo per il 57 % infatti dipende dai geni. Nel caso specifico solo dai geni paterni, perché dalla ricerca è emerso che l’età della mamma non sembra avere alcuna influenza. Il grado di tale valore, poi, dipende per poco meno della metà da fattori ambientali. I padri più in là negli anni, in genere, vivono in condizioni economiche migliori e più stabili, rispetto ai neo papà più giovani, e quindi possono garantire un’istruzione migliore ai propri figli. Infine chi ha figli in età tarda aspetta perché, magari, ha voluto privilegiare l’istruzione e la carriera e, quindi, trasmette queste competenze ai figli.