YourMag » Famiglia » Famiglia: le credenze sbagliate della nonna sull’educazione
le credenze sbagliate della nonna sull'educazione

Famiglia: le credenze sbagliate della nonna sull’educazione

Quando si ha un figlio, specialmente se si tratta del primo, immancabili arrivano le nonne prodighe di consigli, ma sono sempre giusti?

Le neo mamme, già stressate ed impegnate con il loro bambino, si ritrovano per casa mamme o suocere pronte a dare i loro suggerimenti su come crescere il piccolo.

I consigli riguardano molti aspetti della vita del bambino, dall’alimentazione al sonno ed al modo di vestirlo. Consigli dati certamente in buona fede ma che, a volte, sono superati e smentiti da pediatri e specialisti dell’infanzia.

 

Famiglia: quando le nonne sbagliano. Ecco i consigli da non seguire

E’ bene, quindi, non seguire pedissequamente i suggerimenti che giungono da chi ha già avuto dei figli, perché l’esperienza non è sempre sinonimo di giustezza assoluta. Inoltre, se queste continue intromissioni provocano ansia è meglio tenere un po’ a distanza le nonne troppo sagge ed affidarsi di più al proprio istinto, oltre che al pediatra o ad altri esperti. Ma quali sono le credenze sbagliate delle nonne?

Sì all’allattamento a richiesta

I primi mesi per una mamma possono essere davvero difficili, a causa delle poppate continue e ad ogni ora perché altrimenti il bimbo piange. Il suggerimento della nonna, in linea di massima, è quello di abituarlo a mangiare ad orari stabiliti  e non tutte le volte che piange. Questo però è sbagliato, poiché per il piccolo attaccarsi al seno della mamma rappresenta un momento di gioia, non solo perché si nutre, ma anche perché sente il contatto con la mamma. Senza dubbio non avere degli orari fissi è stressante per la mamma: ecco allora come la nonna può dare un aiuto occupandosi delle faccende di casa, ad esempio.

Un rapporto sano con il cibo

Le mamme di una volta si preoccupavano che i bambini non mangiassero mai abbastanza, e così fanno le nonne di oggi, che pensano sempre che i bambini siano denutriti. Ovviamente non è così, perché in una società come la nostra non si corre questo rischio, ma piuttosto è importante favorire un rapporto sano con il cibo già nei primi anni di vita.

Dormire con mamma e papà si può

Le nonne non approvano che i bambini dormano nel lettone, ma si sbagliano. Secondo gli esperti questa abitudine dà gioia al bambino e non toglie nulla alla sua autostima, e questa consuetudine si perderà naturalmente con il tempo. Niente drammi, quindi, se accade.

Sperimentare anche i giochi “pericolosi”

Le mamme “moderne” sono spesso accusate di essere negligenti dalle nonne che hanno sempre paura che il piccolo si faccia male quando gioca. Per evitare quindi discussioni ed attimi di panico al parco giochi, spiegate loro che i giochi sono sicuri, e che comunque cadere e rialzarsi fa parte del gioco stesso.

I bambini sentono meno freddo delle nonne

Questo già dovrebbe far capire alle nonne apprensive di non coprire troppo i bambini, ma questa abitudine è dura a morire. Potrebbe quindi essere utile una conversazione con il pediatra.

Non avere paura dell’asilo nido

Affidare un bambino piccolo a degli estranei portandolo all’asilo nido non è facile, perché le paure ci sono e diventano ancora di più quando la nonna non approva questa scelta, considerando il nido ricettacolo di microbi o luogo di pena per il piccolo. E’ vero che, probabilmente, stando a contatto con altri bimbi può ammalarsi di più ma, di contro, diventa più autonomo e impara molto, grazie a personale specializzato che lo coccola e lo educa.