YourMag » Psiche » Dieta del sonno: più dormi, più dimagrisci
sveglia piatto e posate su tavolo

Dieta del sonno: più dormi, più dimagrisci

Se non si riesce a dimagrire in alcun modo e nessuna dieta ha avuto efficacia, si può provare con la dieta del sonno. Infatti, secondo uno studio inglese dormire 90 minuti in più aiuta a perdere peso.

È risaputo che dormire poco o avere un sonno disturbato può danneggiare la salute. Chi dorme poco, infatti, è più a rischio per l’insorgenza di malattie cardiovascolari obesità.

Lo studio del King’s College di Londra ha dimostrato che prolungare le ore di sonno di 90 minuti favorisce la riduzione di assunzione di zuccheri e questo, naturalmente, ha un impatto molto positivo sulle proprie abitudini alimentari. Al contrario, chi dorme male ha una dieta molto più sbilanciata e dannosa per la propria salute.

Dieta del sonno: tutti i segreti rivelati da uno studio inglese

Lo studio dell’università inglese è partito dal dato di fatto che più di un terzo della popolazione della Gran Bretagna dorme male. L’insonnia provoca dei problemi di salute che, spesso, possono essere anche gravi. E, secondo la ricerca, dormire un’ora e mezza in più rispetto alle sette ore raccomandate genera grandi benefici.

Lo studio del King’s College di Londra

La ricerca, pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, ha preso in esame 42 persone, che sono state divise in due gruppi.  Ai componenti del primo gruppo, 21 persone, sono state fatte una serie di richieste come dormire da 45 a 90 minuti in più a notte, andare a letto sempre alla stessa ora, rilassarsi prima di andare a riposare per la notte, non assumere caffeina e mangiare nè poco nè troppo prima di coricarsi. Agli altri 21 soggetti coinvolti nell’indagine, invece, non è stata data alcuna indicazione.

I risultati della ricerca inglese

Prolungare le ore di sonno, dunque, è strettamente collegato a una migliore e più sana dieta alimentare. Tutto questo perché dormire di più favorisce la riduzione di zuccheri e carboidrati durante il corso della giornata, determinando non solo la perdita di peso, ma anche un maggiore benessere del corpo. I soggetti interessati, dopo le raccomandazioni dei ricercatori del King’s College di Londra, così hanno dimostrato che è possibile vivere meglio grazie a un semplice cambiamento del loro stile di vita (l’87% del campione ha aumentato le sue ore di sonno e il 50% di questo gruppo ha addirittura dormito un’ora e mezza in più di quanto non facesse di solito). Così, come ha evidenziato Wendy Hall del Dipartimento di Scienze della nutrizione, una piccola variazione del sonno contribuisce ad acquisire una migliore alimentazione.

Mangiare bene vuol dire avere una salute migliore, come ha sottolineato Haya Al Khatib, membro dello stesso Dipartimento e prima firma dello studio del college londinese. Infine, la qualità del sonno diventerà, nel tempo, un importantissimo parametro per valutare lo stato di salute della popolazione.