YourMag » Psiche » Depressione: combatterla con l’attività fisica
Depressione: combatterla con l'attività fisica

Depressione: combatterla con l’attività fisica

Che lo sport sia un toccasana a livello psicofisico è oramai risaputo. Che possa essere, però, anche un rimedio contro la depressione è stato appena provato da un lungo e completo studio compiuto su partecipanti norvegesi.

Se “una mela al giorno toglie il medico di torno“, da oggi possiamo anche affermare che “un’ora di sport alla settimana tiene la depressione lontana”. In realtà, anzi, funziona proprio come preventivo.

La ricerca

Uno studio scientifico di proporzioni molto importanti (il più grande mai condotto, in materia) è stato pubblicato sull’American Journal of Psychiatry dai ricercatori dell’Istituto Black Dog di Randwick, in Australia. Il nome non è un caso: metaforicamente, la depressione è rappresentata proprio come un cane nero (che simboleggia l’oscurità, la tristezza, l’abisso) che perseguita chi ne è devastato, fino anche, talvolta, ad inglobarlo. L’istituto, infatti, si dedica proprio a migliorare la vita delle persone affette da depressione, bipolarismo e inclini al suicidio.

Il campione preso in esame dai ricercatori è stato composto da quasi 34.000 norvegesi in salute che sono stati monitorati per circa 11 anni (tra il 1984 e il 1997): un tempo lunghissimo ed un numero di partecipanti enorme hanno dato a questo studio una valenza molto precisa.

I partecipanti sono stati divisi in quattro gruppi, in base al grado di sport che si praticava: i gradini partivano da “vita sedentaria” e salivano verso chi si dedicava regolarmente allo sport in maniera blanda, moderata o vigorosa. L’eventuale comparsa di sintomi legati all’ansia e alla depressione era valutata attraverso dei questionari; i dati sono stati elaborati ed hanno fornito i numeri: si è scoperto così che le persone sedentarie hanno il 44% di probabilità in più di diventare depresse, indipendentemente dall’età e dal sesso.

L’effetto, ovviamente, diventa significativo allargando il raggio di valutazione anche a livello di salute pubblica; si è riscontrato come anche una sola ora di attività fisica alla settimana possa prevenire il 12% dei casi di depressione. Un dato che dà moltissimo su cui riflettere.

Conclusioni

Il coordinatore dello studio, Samuel Harvey, ha sottolineato una componente importante: “Stiamo ancora cercando di capire esattamente il meccanismo per cui l’esercizio fisico determina questo effetto protettivo, ma crediamo che sia dovuto all’impatto combinato di vari benefici fisici e sociali dell’attività fisica. Questi risultati mostrano l’importanza di integrare l’esercizio nei programmi di salute mentale per i singoli individui così come nelle campagne più ampie dirette alla popolazione. Se riuscissimo a trovare il modo per aumentare l’attività fisica della popolazione anche di una minima quantità potremmo ottenere sostanziali miglioramenti in termini di salute fisica e mentale“.

D’altro canto, lo sport è consigliatissimo anche per anziani e disabili, proprio per lo stesso motivo: lo stato di salute generale psicofisico può velocemente migliorare, evitando anche il “ristagno” tra le mura domestiche e favorendo i rapporti sociali con vecchie e nuove conoscenze.

Il potere dello sport, insomma, non è da sottovalutare ed è da considerare a tutto tondo.