YourMag » Ricette » Dai porcini ai galletti è tempo di funghi
funghi

Dai porcini ai galletti è tempo di funghi

L’autunno è arrivato e come sempre finalmente si potranno presto assaggiare tutte le specialità più gustose che questa stagione ci riserva ogni anno: gli appassionati dei funghi lo sanno bene, il periodo migliore per accontentare il palato è proprio durante i mesi autunnali.

L’autunno veste i nostri boschi e scalda i cuori di tutti

Nell’aria si sente il profumo dell’autunno, soprattutto verso sera, quando l’aroma del sottobosco, del muschio e delle sterpaglie che bruciano ci accarezzano il naso per annunciare l’arrivo dei mesi più romantici dell’anno.
I boschi si trasformano affascinando con colori caldi e la natura vuole donare i suoi frutti più rassicuranti: dai cachi alle castagne, fino ai tanto amati e pregiati funghi.
Il clima asseconda la crescita di gustose bontà ed è proprio il momento migliore per prepararsi a fare grandi scorpacciate di funghi in tutte le forme e le ricette possibili.

Le sagre e le cene a tema per assaporare i funghi in ogni sfumatura

Non serve essere dei provetti chef per poter assaggiare a casa la prelibatezza che si nasconde nei funghi, perché anche per i cuochi più negati, l’autunno è il momento migliore per le gite fuori porta alla ricerca della sagra perfetta.
Feste di paese, sagre a tema o ristoranti che propongono menù ad hoc per gli amanti dei funghi, c’è sicuramente l’imbarazzo della scelta.
In ogni borgo su e giù per lo stivale si possono facilmente scovare appuntamenti gastronomici dal sapor fungino ma gli eventi più famosi da segnare in agenda sono a Cusano Mutri, Borgotaro e Santa Fiora.

Molti funghi, tanti sapori

Ci sono svariate tipologie di funghi ed ogni persona ha probabilmente le ricette di famiglia per esaltarne il sapore.
Il re dei funghi rimane il porcino, difficile da trovare ma con un gusto intenso che appaga il palato anche dei più esigenti.
Eppure il vero appassionato di funghi non si ferma al porcino, anzi al contrario, è proprio il primo promotore di gusti diversi e meno famosi: dal chiodino, all’ovulo, dai finferli ai prataioli fino alle mazze da tamburo, ecco le prelibatezze da provare almeno una volta nella vita.

 
Grazie alla duttilità del fungo, il suo utilizzo in cucina spazia davvero a 360 gradi. Un antipasto veloce si traduce in una sfiziosa insalatina di porcino crudo, mescolato al sedano sottile con olio, sale e pepe. I primi piatti a base di funghi non si contano perché qui la fantasia si scatena: tagliatelle aromatizzate al timo e chiodini, ravioli ripieni di porcini e fonduta, vellutate a base di finferli e patate e anche lasagne ai sapori del bosco.
I secondi piatti si caratterizzano per la presenza di stufati o spezzatini accompagnati da funghi trifolati o funghi al forno prezzemolati con aglio.