YourMag » Ecologia » Costa Rica: “Pura Vida”… green
Costa Rica: "Pura Vida"... green

Costa Rica: “Pura Vida”… green

In tema energie rinnovabili, il Costa Rica si sta imponendo, anno dopo anno, come uno dei Paesi più green del Pianeta, con largo impiego di risorse alternative che esulano dai combustibili fossili.

Il Costa Rica è noto, nel mondo, per la sua fama di “Paese felice“. I suoi abitanti applicano alla vita il concetto del “no stress” e le sue immense distese naturali (non a caso è definito il polmone verde dell’America Centrale) sono patria di numerosissimi animali e vegetali, con una biodiversità ricchissima ed invidiabile.

Infatti, il motto del Paese è “Pura Vida“, concetto che si amplia alla perfezione anche alla conduzione, in ambito energetico, del territorio.

Un Paese super green

Le statistiche stilate per il Costa Rica, c’è da precisare, riguardano perlopiù l’elettricità, ma sono a dir poco strabilianti.

Nel 2015 le fonti di energia pulita avevano soddisfatto interamente, per ben 299 giorni, i consumi. Nel 2016 si erano avuti, invece, 271 giorni green mentre quest’anno il totale è salito a 300, ed i calcoli sono relativi all’anno fino al mese di novembre.

Fantascienza per molti Paesi, come anche molte delle nostre realtà europee, dove le opzioni ricadono ancora sul nucleare e sul petrolio.

Ma quali sono, quindi, queste risorse che rendono il Costa Rica un Paese così verde? Come possiamo fare a trarre spunto dalla sua politica di vita?

Stando ai dati forniti dal Centro Nazionale di Controllo dell’Energia costaricano (CENCE), il 99,62% della produzione di elettricità sarebbe generato da cinque fonti rinnovabili, ripartite in questo modo:

  • 78,26% proveniente dall’idroelettrico;
  • 10,29% dall’eolico;
  • 10,23% dal geotermico;
  • 0,84% dal solare e dalle biomasse;
  • 0,38%, l’unica esigua percentuale proveniente da impianti termoelettrici alimentati da combustibili fossili.

L’obiettivo è essere in regime green al 100% entro il 2021, ma non tutti sono d’accordo sul fatto che possa essere uno step così immediato, anche introducendo sul mercato auto elettriche, acquistabili con sgravi fiscali che le rendano più accessibili ed appetibili.

La fondatrice di questa serie di iniziative legate all’utilizzo delle energie rinnovabili in Costa Rica, Monica Araya, ha detto lo scorso anno: “È il momento di sfatare il mito secondo cui un Paese deve scegliere tra sviluppo da una parte e protezione ambientale, energie rinnovabili, qualità della vita dall’altra“, sottolineando l’importanza del saper guardare a lungo termine per pensare al futuro delle nuove generazioni.

D’altro canto, come anticipato, questa linea di conduzione riguarda soltanto l’elettricità, al momento, e non riesce ancora a coinvolgere le automobili, attualmente ancora alimentate a benzina (da qui l’interesse per le auto elettriche) o il riscaldamento degli edifici che sono ancora a base di gas.

Costa Rica sempre più green?

L’impegno del Costa Rica nei riguardi dell’ambiente e della salvaguardia della qualità della vita, di uomini e animali, non è una novità, anzi: è un input da cui moltissime altre realtà dovrebbero e potrebbero prendere spunto.

Non resta che restare sintonizzati sulle loro news prossime, per capire in che direzione saranno indirizzate le nuove iniziative e quanto ancora è in grado di diventare “verde” quel meraviglioso territorio situato in America Centrale.