YourMag » Benessere » Cos’è la paralisi del sonno e come superarla
paralisi del sonno

Cos’è la paralisi del sonno e come superarla

La paralisi del sonno è un evento relativamente raro che interessa una piccola parte della popolazione e porta ansia e paure per l’esperienza traumatica che ne deriva. Ecco alcune informazioni su cos’è e come si può superare grazie alla terapia e alcuni rimedi.

Cos’è la paralisi del sonno
La paralisi del sonno consiste nel non riuscire a parlare o a muoversi appena svegli o poco prima di addormentarsi. La durata di questa sindrome è brevissima, nell’ordine di poche decine di secondi, ma è evidentemente legata a disturbi del sonno e non ha nulla a che fare con problemi neurologici.
Il problema ridiede nei ritmi di sonno-veglia. Il nostro sonno infatti è idealmente diviso in diverse fasi, le più conosciute delle quali sono il Sonno non-REM, quello che riguarda la prima fase dell’addormentamento e quella antecedente al risveglio, e il Sonno-REM, cioè quello profondo.
Chi fa esperienza della paralisi del sonno di fatto evidenzia un prolungamento della fase REM, anche se ha gli occhi aperti. La fase REM è quella durante la quale il corpo è immobile, la respirazione e il battito cardiaco rallentano e la mente finalmente riposa.

Tali ritmi nella paralisi del sonno sono completamente rivoluzionati e si pensa che la causa sia da ricercarsi proprio nel non dormire regolarmente. Chi dorme poco infatti è tendenzialmente più soggetto rispetto ad altri e pare che siano quelli dai 15 ai 40 anni a soffrirne con più frequenza. Anche chi svolge lavori notturni potrebbe manifestare paralisi del sonno e in genere chi non ha un sonno tranquillo, con continui risvegli e conduce una vita molto stressata.
La paralisi del sonno può manifestarsi nel corso della vita anche in un unico episodio, oppure ripetersi con una certa frequenza. Fare esperienza della paralisi del sonno non è piacevole perché suscita agitazione e paura, per l’impossibilità di compiere le azioni che tutte le persone sveglie fanno.

Come risolvere la paralisi del sonno
La paralisi del sonno nei casi gravi viene solitamente trattata con farmaci antidepressivi. Questi ultimi mirano a un rilassamento muscolare e alla regolarizzazione del sonno stesso e delle varie fasi. Si possono anche eseguire dei test nei centri del sonno, ma il più delle volte sono le persone con cui si dorme che riferiscono questi episodi. Può succedere, infatti, che la persona rimanga in uno stato di sonno-veglia e continui a fare un “sogno guidato”, oppure ad avere allucinazioni non distinguendole dalla realtà.
In altri casi sporadici la soluzione è cambiare stile di vita, riducendo le fonti di stress, evitando di bere caffè o alcolici, smettere di fumare, fare cene leggere e cercare di avere un sonno tranquillo di almeno 6-8 per notte e senza interruzioni.