YourMag » Benessere » Fitness e Wellness » Cos’è il Tai chi chuan e a cosa serve
Cos'è il Tai chi chuan

Cos’è il Tai chi chuan e a cosa serve

Il “Tai chi chuan”, o Taijiquan è una disciplina che unisce arti marziali, medicina orientale e antica saggezza cinese: non a caso, quindi, la sua pratica consente di ottenere un sensibile miglioramento del benessere psicofisico. Nata in Cina, questa particolare arte è preziosa per promuovere il rafforzamento del carattere, migliorare l’elasticità della muscolatura e raggiungere uno stato di calma interiore che deriva dalla conquista del proprio equilibrio ideale.

Il Tai chi chuan: origini e storia
“Tai chi chuan” significa “suprema arte del combattimento”: già nel nome, quindi, questa disciplina rivela la sua origine marziale. Nata in Cina in tempi molto antichi, probabilmente durante la dinastia Ming (1368-1644), l’arte si è progressivamente evoluta come sistema di autodifesa basato sullo sviluppo di alcune facoltà personali quali concentrazione, autocontrollo e prontezza di riflessi. Nel corso dei secoli, il tai chi chuan si è arricchito di vari contributi provenienti dalle arti marziali, dalla medicina cinese e dalla filosofia antica: da quest’ultima, in particolare, proviene la continua ricerca dell’armonia interiore, vista quale fonte di equilibrio, forza e benessere.

I benefici del Tai chi chuan
La pratica del tai chi chuan agisce in molteplici direzioni per migliorare il benessere del corpo e dello spirito e rafforzare le naturali difese dell’organismo. Poichè richiede tenacia, concentrazione e controllo delle proprie emozioni, questa disciplina è particolarmente efficace contro stress e stati ansiosi. La sua capacità di infondere calma interiore migliora l’autostima e le relazioni interpersonali. I suoi esercizi rendono la muscolatura più sciolta ed elastica, migliorano l’ossigenazione e vivificano l’organismo con una grande carica di energia. Studi recenti hanno dimostrato che il tai chi chuan apporta notevoli benefici in caso di artrite reumatoide, problemi posturali e ipertensione.

Le regole di base del Tai chi chuan
Per produrre i benefici desiderati, il tai chi chuan deve esser praticato sotto la guida di un maestro, procedendo per gradi e tenendo presenti alcune regole fondamentali. Una delle più importanti riguarda la posizione della testa, che va tenuta verticale come se fosse appesa ad una corda. Il torace va incurvato leggermente, le spalle e i gomiti abbassati e i piedi bene affondati nel terreno. I respiri devono essere profondi e lenti, con particolare attenzione all’espirazione che deve essere il più possibile completa per espellere dal corpo l’aria “vecchia”.

La lezione tipo di Tai chi chuan
Una lezione tipo di tai chi chuan comprende tecniche di respirazione, meditazione, allungamento del respiro e vari esercizi volti a potenziare l’energia del corpo e l’equilibrio psichico. In alcune scuole vige la norma di indossare i costumi tradizionali cinesi.