YourMag » Viaggi » Cosa Vedere in Egitto
cosa vedere in egitto

Cosa Vedere in Egitto

L’Egitto dei faraoni e del deserto, del Nilo e del Mar Rosso, le cui acque cristalline e i ricchi fondali corallini attirano gli amanti di immersioni e snowrkeling e turisti da tutto il mondo: Berenice e Marsa Alam, Sharm el Sheik, Naama Bay tra le località più note.
Le donne che intraprenderanno questo viaggio nel tempo è bene che sappiano che una donna europea è sempre molto osservata dagli uomini egiziani, anche in modo insistente. Ma ricordiamo che è un paese a maggioranza islamica e la sua cultura antichissima si deve rispettare e non temere.

IL CAIRO: AI PIEDI DELLE PIRAMIDI

La bellezza del Cairo è la storia, con il canto del Muezzin a fare da sfondo, intrecciata alla modernità caotica.
Oltre all’immenso “suk” tra i più belli al mondo, ricco di spezie, colori e profumi, nella antichissima cittadella si trova la “Moschea di Muhammad Ali” della prima metà dell’800, la cui cupola svetta sui tetti cittadini: splendide sono le decorazioni in alabastro su superfici calcaree.
Ma la meta immancabile è il “Museo Egizio” scrigno assai prezioso di reperti archeologici della civiltà egizia, tra cui la famosa maschera d’oro di Tutankhamon.

egitto vedere le piramidi

Il Cairo si è sviluppata ai piedi dell’unica delle meraviglie del mondo antico ancora esistenti: le “Piramidi di Giza”: “Cheope”, con la angusta e suggestiva stanza del sarcofago, “Chefren” e “Micerino”, osservate dall’enigmatica Sfinge, il cui volto si pensa rappresenti quello di Cheope stesso.
Poco più a sud, a Saqqara, c’è la “Piramide di Djoser” dove si trova anche “La Mastaba di Mereruka”, che era sacerdote della Piramide di Teti.

IL NILO: LA PORTA SULLA STORIA

Il modo più suggestivo per scoprire le grandi bellezze dell’antico Egitto è navigare sulle acque placide del mitico Nilo sul quale la maggior parte dei siti archeologici sono affacciati.

Il complesso di “Tempi di Karnak” sorge sulle rive del Nilo e comprende costruzioni eccezionali dalle enormi colonne , tra cui il famoso “Tempio di Luxor”, dove un tempo sorgeva l’antica Tebe, il cui ingresso corrisponde con l’incantevole e noto viale circondato da piccole sfingi.

egitto vedere tempio karnak

Sulle rive opposte del Nilo, dopo una sosta ai marmorei “Colossi di Memnone” che guardano il Nilo, si arriva alla “Valle dei Re”: una valle sabbiosa dove ci sono i sepolcri dei faraoni d’Egitto. Tra le tombe numerate e alcune ancora da scoprire, ci sono quelle di Ramses II, Seti II , Akhenatone e infine Tutankhamon.

LO SPLENDORE DI ABU SIMBEL

Scendendo più a sud lungo il Nilo, dopo una visita al “Tempio di Horus” a Edfu e al “il Tempio di Iside” a File, si arriva in quello che è definito il tempio più bello d’Egitto: “Abu Simbel”, testimonianza della grandiosità della civiltà egizia.
I templi sono due e il principale ha sulla facciata quattro grandi statue rappresentati il faraone Ramses II, la cui testa è cinta dai simboli dell’alto e del basso Egitto. Le statue più piccole rappresentano i figli, la moglie Nefertari e la madre Tuya.

EGITTO: IL MAR ROSSO

Fare immersioni e/o snorkeling nel Mar Rosso è una delle esperienze da provare almeno una volta nella vita. Avrete l’occasione di ammirare una delle sette meraviglie del mondo sottomarino.

egitto mar rosso

Ecco i 5 siti dove dovete assolutamente immergervi nel mar rosso:

1) Ras Mohamed National Park: Shark Reef
Si trova a circa 12 km dalla famosa località turistica di Sharm el Sheikh, tra i siti più apprezzati di questo parco ci sono Shark Reef e Yolanda Reef, che offrono ai sub la possibilità di osservare tutte le specie di pesci che abitano il Mar Rosso in un unico luogo.

2) Abu Dabbab
Per gli appassionati di tartarughe di mare, Abu Dabbab è una località da sogno. Qui si hanno più probabilità di vedere tartarughe di mare e dugonghi che in qualsiasi altro sito di immersione al mondo.

3) Straits of Tiran: Jackson Reef
Grazie alle forti correnti e all’abbondanza di sostanze nutritive, il corallo di Jackson Reef non è solo incantevole ma attira anche una grande varietà di pesci di medie dimensioni tra cui squali martello, squali chitarra e squali grigi.

4) Brother Islands
Per visitare queste isole spettacolari e seguire le orme di Jacques Costeau, è necessario partecipare a un safari in barca. Sia il Big Brother sia il Little Brother vantano meravigliosi coralli e le acque cristalline fanno di queste isole un paradiso per gli appassionati di fotografia subacquea.

5) Elphinstone
Elphinstone, uno dei siti di immersione più famosi d’Egitto, offre ai sub la possibilità di nuotare insieme agli squali martello e agli squali dalla pinna bianca mentre ammirano la vasta ricchezza di coralli. I più fortunati riescono persino ad avvistare squali tigre e delfini, rendendo quest’esperienza ancora più unica.