YourMag » Viaggi » Cosa vedere in Colombia
cosa vedere in colombia

Cosa vedere in Colombia

Cultura, paesaggi, tradizioni… sono tanti i motivi per i quali vale la pena andare a visitare la Colombia.

Certo, bisogna mettere in conto che non ogni zona del Paese è il massimo in termini di sicurezza, ma le cose stanno migliorando, e , se non si cercano avventure un po’ fuori dagli schemi, non si ha troppo da temere.

Colombia: Mix di culture e paesaggi

Tra i fattori che rendono maggiormente interessante il Paese sudamericano, c’è il suo essere storicamente un crocevia di razze e culture: popoli amerindi, discendenti degli schiavi dell’Africa, coloni spagnoli… i diversi popoli che hanno abitato il territorio hanno creato, oggi, un mix di tradizioni che convivono in maniera unica, rendendo un viaggio in Colombia particolarmente stimolante anche dal punto di vista intellettuale.
Analogamente vario è il versante naturalistico, con il Mar dei Caraibi, le verdi distese della foresta Amazzonica all’interno e le increspature dei primi rilievi delle Ande.

Colombia: Bogotà la capitale

Il primo approdo nel Paese è la capitale Bogotà, metropoli da 7 milioni di abitanti posta a 2.600 metri di altitudine. Una città che, nonostante la grandezza, risulta molto più vivibile di altre analoghe realtà dl Sud America. A Bogotà convivono le vie strette e tortuose dei suggestivi quartieri come quello della Candelaria e i grandi spazi di piazza Bolivar, con l’imponente Catedral Primada, e del Jardìn Botànico Josè Celestino Mutis.
Vale la fatica della salita una passeggiata fino ai quasi 3 mila metri del Cerro de Monserrate, con il suo santuario Seicentesco e il magnifico panorama che si apre su tutta la città.

colombia bogotà

Colombia: Le città coloniali

Non lontano dalla capitale, Villa de Leyva è un elegante centro di origine coloniale. Ma, in questo senso, il tesoro più bello della Colombia è Cartagena, Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco con i suoi bellissimi palazzi e le chiese che lo popolano. Fuori dalle mura, inoltre, i fortini costruiti dagli Spagnoli nel Seicento sono un preziosa testimonianza storica del tormentato passato del Paese, che subito si dimentica, però, una volta arrivati sulle spiagge delle Islas de Rosario, le cui barriere coralline sono tra le mete più visitate dai turisti.

colombia città coloniali

Il santuario de Las Lajas, che si trova nel sud della Colombia, a 7 chilometri da Ipiales, nel dipartimento di Nari, è un luogo di culto e pellegrinaggio situato in un canyon formato del fiume Guaitara. La leggenda narra, che nell’anno 1754, una madre con la figlia sordomuta, come guidate da una forza misteriosa, durante un violento nubifragio, abbiano trovato scampo in un anfratto lungo il sentiero che costeggia lo strapiombo e che illuminata da un fulmine, abbiano visto, una lastra di pietra chiamata lajas, da cui poi il nome del Santuario, l’immagine della Madonna.
La bambina indicandola a sua madre, accompagnò il gesto con delle semplici parole e si gridò subito al miracolo!
La storia ebbe un eco pazzesca ed emozionò talmente l’intera comunità da convincerla ad erigere nei pressi della grotta e dell’effigie dipinta al suo interno una meravigliosa testimonianza della propria devozione. Devozione che ha travalicato i confini nazionali, visto che numerosi pellegrini giungono anche dall’Ecuador del nord per visitare la cattedrale.

Colombia: Natura e archeologia

Per chi ama la natura, la zona da visitare è quella del dipartimento di Chocò a nord ovest del Paese: qui si estende la lussureggiante foresta tropicale del Parque Nacional Los Katiòs. Spingendosi verso Antioquia, Caldas e Quindìo, invece, si entra nel territorio più prettamente andino, la cui città più importante è Medellìin.
In Colombia non mancano anche siti archeologici interessanti, come San Agustìn, Tierradentro e Popayàn, con le loro antiche statue e la straordinaria pace che si respira.